“Concerti della Domenica 2019”: appuntamento finale Domenica 15 dicembre Sestetto “IN LIEBE” quartetto vocale e pianoforte a 4 mani

IL SESTETTO “IN LIEBE”, QUARTETTO VOCALE E PIANOFORTE A QUATTRO MANI,  CHIUDE I CONCERTI DELLA DOMENICA

Dalla passione per la musica di Brahms nasce “In Liebe”​, sestetto di giovani cantanti e pianiste provenienti da diverse parti d’Italia, uniti dal desiderio di scoprire e approfondire un repertorio poco affrontato nelle sale da concerti e dall’organico del tutto insolito: il quartetto vocale e pianoforte a quattro mani.

Sarà proprio il sestetto “In Liebe, formato dal soprano Stela Dicusară​,dal mezzo soprano Valentina Vanini, dal tenore Alessandro Vannucci,dal baritono Lorenzo Bonomi e dalle pianiste Francesca Cesaretti e Ilaria Torresan, a chiudere domenica 15 dicembre 2019, presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 10.30, la rassegna dei Concerti della Domenica che l’Associazione Angelo Mariani organizza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Il concerto, che si realizza grazie anche a Edizioni Moderna e darà modo al termine di  scambiarsi gli auguri in prossimità del Santo Natale,  proporrà come programma il repertorio che il gruppo da tempo  diffonde con successo di pubblico e critica nei numerosi concerti tenuti in diverse città italiane:

i Liebeslieder Walzer op. 52 e il Neue Liebeslieder Walzer op. 65, entrambi per quartetto vocale e pianoforte a quattro mani di Brahms, e la trascrizione per pianoforte a quattro mani effettuata da Brahms dei 20 Ländler di Schubert.

Biglietti  € 10,00, € 5,00 a ragazzi sotto i 26 anni. Per info 0544 39837; www.teatroalighieri.org

“Concerti della Domenica 2019”: domenica 8 dicembre il duo Gabriele Pieranunzi (violino) e Giorgia Tomassi (pianoforte)

UN DUO D’ECCEZIONE PER UNO DEI PIU’ ATTESI APPUNTAMENTI DEI CONCERTI DELLA DOMENICA:

IL VIOLINISTA GABRIELE PIERANUNZI E LA PIANISTA GIORGIA TOMASSI

Vincitore per ben due volte del prestigioso Premio Paganini di Genova (1988 e 1990),  domenica 8 dicembre 2019  alle ore 10.30 presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri, il celebre violinista Gabriele Pieranunzi, già allievo di Salvatore Accardo e Stefan Gheorghiu, ospite regolare dei principali centri musicali e festival in Italia e all’estero, darà prova della sua brillante tecnica esibendosi in duo con la talentuosa pianista Giorgia Tomassi, formatasi artisticamente in seno all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola e rivelatasi sulla scena internazionale a seguito della sua vittoria nel 1992 del Concorso Rubinstein di Tel Aviv.

Il programma del matinée, che rientra nei Concerti della Domenica curati dall’Associazione Angelo Mariani in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, prevede la Sonata n. 5 “La Primavera” di Beethoven, la Sonata n. 3 di Schumann, seguite da un cavallo di battaglia dei due interpreti, il celeberrimo Rondò  la Campanella  dal Concerto n. 2  per violino e orchestra di Paganini nella versione per violino e pianoforte.

Chiude il concerto, che si realizza grazie anche al Circolo Ravennate e dei Forestieri, una scelta di brani del compositore e violinista tedesco attivo nella prima parte del ‘900 Fritz Kresler.

Biglietti  € 10,00, € 5,00 a ragazzi sotto i 26 anni. Per info 0544 39837; www.teatroalighieri.org

“Concerti della Domenica”: domenica 1 dicembre duo Luciano Franca (oboe) e Simona Santini (pianoforte)

Lui è stato primo oboe dell’Orchestra del Teatro alla Scala e oggi collabora con prestigiose orchestre lirico-sinfoniche, lei è molo nota nel nostro territorio per il suo impegno come pianista concertista in diverse formazioni e come docente di pianoforte. Sono l’oboista Luciano Franca e la pianista ravennate Simona Santini e si esibiranno in duo domenica 1 dicembre 2019 alle ore 10.30 presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri ospiti dei Concerti della Domenica dell’Associazione Angelo Mariani.

Per l’occasione, che si realizza anche col contributo di Cristina Rocca, Luciano Franca, attivissimo in ambito solistico e cameristico con tournée in Germania, Francia, Spagna, Sudamerica, Paesi Arabi, e Simona Santini, vincitrice del primo premio assoluto come solista al IV° Concorso Pianistico Internazionale “Chopin” di Roma,  dopo aver conseguito il diploma accademico di II livello al Conservatorio Maderna di Cesena ed essersi perfezionata presso l’Accademia Pianistica  Internazionale di Imola, la Fondazione Hindemith di Blonay e il Conservatorio di Bruxelles,  proporranno una variegata scelta musicale con brani per oboe e pianoforte di Donizetti, Schumann, Rota, Piazzolla e Poulenc.

La rassegna è organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Biglietti  € 10,00, € 5,00 a ragazzi sotto i 26 anni. Per info 0544 39837; www.teatroalighieri.org

Concerti della Domenica 2019: domenica 24 novembre 2019 Quartetto Felix violino, viola, violoncello e pianoforte

Il Quartetto Felix, formato da tre archi e un pianoforte, è il protagonista del concerto di domenica 24 novembre, in programma alla Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 10.30 per la rassegna “Concerti della Domenica 2019”curati dall’Associazione Angelo Mariani.

Vincitore del Premio ‘Giuseppe Sinopoli’ 2017 conferito dal Presidente della Repubblica Italiana, è stato fondato nel 2015 all’interno dei Corsi di Perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il suo nome è un omaggio alla Campania che, denominata ‘felix’ dagli antichi latini, è la terra d’origine di tutti i suoi componenti:  Vincenzo Meriani violino, Francesco Venga viola, Matteo Parisi violoncello, Marina Pellegrino pianoforte.

Il gruppo, che ha conseguito nel 2017 il Diploma di Perfezionamento di Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la guida del Maestro Carlo Fabiano, è regolarmente invitato da importanti istituzioni e società concertistiche in Italia e all’estero con ottimi riscontri di pubblico e di critica.

Il programma prevede una carrellata a ritroso partendo dal tardo ottocento fino al settecento attraverso tre emblematiche composizioni per quartetto e pianoforte: in la minore di Mahler, l’unico lavoro cameristico senza canto che ci rimane dell’autore austriaco,  in Mib maggiore op. 47 di Schumann  e il n. 1 in sol minore K 478 di Mozart considerata la prima e compiuta manifestazione “moderna” della letteratura del quartetto per pianoforte e archi.

I Concerti della Domenica sono organizzati in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Biglietti  € 10,00, € 5,00 a ragazzi sotto i 26 anni. Per info 0544 39837; www.teatroalighieri.org

“Concerti della Domenica 2019”: domenica 17 novembre duo Filippo Mazzoli (flauto) e Denis Zardi (pianoforte)

Per il terzo appuntamento dei Concerti della Domenica curati dall’Associazione Mariani domenica 17 novembre 2019 alle ore 10.30 salirà sul palco della Sala Corelli del Teatro Alighieri un duo di musicisti molto noti in Romagna e individualmente già presenti da tempo sulle scene internazionali:  il flautista ravennate Filippo  Mazzoli e il pianista lughese Denis Zardi.

Filippo Mazzoli, dopo il diploma a Ravenna, i corsi di perfezionamento presso  l’Accademia di Imola sotto la guida di musicisti come Lonquich, Mercelli e Persichilli, e la vittoria di ben 25 premi in Concorsi nazionali e internazionali e collabora in qualità di primo flauto con le Orchestre del Teatro Comunale di Bologna, del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro “C. Felice” di Genova e si è esibito in prestigiose sedi,  dalla Carnegie Hall di New York, alla Sala Cajkovskij del Conservatorio e della Filarmonica di Mosca e San Pietroburgo, dal Coliseum di Buenos Aires alla all’Auditorio Nacional de Musica di Madrid.

Denis Zardi divide la sua vita artistica fra la carriera pianistica e l’attività di compositore. Come pianista vanta esibizioni per le più importanti società di concerti in Italia, Europa, Stati Uniti e Sud America e collaborazioni con orchestre di rilievo come la Camerata Musicale di Pisa e l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto. Altrettanto intensa la sua attività di compositore, intrapresa dopo gli studi di composizione svolti al Conservatorio Martini di Bologna.

E’ proprio una sua recentissima composizione, Breath, dedicata a Filippo Mazzoli in vista dell’occasione ravennate, il cuore del programma del concerto, che verrà  proposta in prima esecuzione assoluta. Altrettanto accattivanti gli altri brani Suite popolare spagnola di De Falla, Sonatine op. 76 di Milhaud, Sonata per flauto e pianoforte di Poulenc e la Sonata Undine op. 167 di Reinecke.

La rassegna è organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna. Il concerto si realizza grazie anche a Confesercenti Ravenna.

Biglietti  € 10,00, € 5,00 a ragazzi sotto i 26 anni. Per info 0544 39837; www.teatroalighieri.org

“Concerti della Domenica 2019”: domenica 3 novembre ore 10.30 pianista Alberto Ferro, vincitore del Concorso di Bonn “Telekom – Beethoven 2017”

Domenica 3 novembre 2019 la rassegna Concerti della Domenica 2019 curata dall’Associazione Angelo Mariani porterà sul palco della Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 10.30 il pianista Alberto Ferro, vincitore nel 2017 di uno dei concorsi più prestigiosi in ambito internazionale, il “Telekom – Beethoven” di Bonn.

Ventitré anni, di Gela, Alberto Ferro, dopo il diploma accademico di II livello  presso l’Istituto Musicale Bellini di Catania, ha seguito i corsi di perfezionamento di pianisti di fama mondiale fra i quali Michel Béroff,  Elisso Virsaladze, Vladimir Ashkenazy. Tra i numerosi concorsi nazionali ed internazionali vinti, spiccano nel 2015 il Premio Venezia  e il “Ferruccio Busoni” di Bolzano.  Il concorso Telekom-Beethoven gli apre le porte di una carriera concertistica punteggiata da esibizioni per importanti associazioni e festival italiani ed europei, dal Copenhagen Summer Festival al Tiroler Festspiele Erl, dagli Amici della Musica di Firenze al Bologna Festival, dalla Società del Quartetto di Milano al Beethovenfest Bonn.  

Alberto Ferro non poteva che aprire il suo recital ravennate con una delle composizione per pianoforte più emblematiche di Ludwig van Beethoven, Sonata n. 32 op. 111 in do minore, l’ultima nel catalogo della sua produzione pianistica, scritta nel 1822,  appartenente alla fase estrema della sua creatività quando gli esiti della sua ricerca risultarono incomprensibili ai contemporanei per la difficoltà tecniche e i contenuti ritenuti astrusi. Seguiranno due pagine di un altro grande autore dell’800 legato allo strumento del pianoforte in modo imprescindibile Sonata n. 2 op. 35 in si bemolle minore e Barcarola op. 60 in Fa diesis maggiore di Fryderyk Chopin.

I biglietti dei Concerti della Domenica, realizzati in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, sono in vendita a € 10,00  e a € 5,00 per i ragazzi sotto i 26 anni, presso la biglietteria del Teatro Alighieri, gli sportelli de La Cassa di Ravenna, on line dal sito www.teatroalighieri.org,  gli Uffici IAT di Ravenna e Cervia. Per info 0544 39837.   

Domenica 27 ottobre 2019 alle ore 10.30 inaugurazione Concerti della Domenica 2019: Gershwin Quintet 4 sax ed 1 pianoforte

Chi dice Gershwin dice musical americano.  E al grande compositore statunitense che si sono ispirate le quattro saxofoniste e la pianista che nel 2008 hanno dato  vita al Gershwin Quintet, contribuendoall’ampliamento del repertorio per quartetto di saxofoni e pianoforte con arrangiamenti inediti dei capolavori di George Gershwin.

E’ proprio con uno spumeggiante concerto del Gershwin Quintet che l’Associazione Musicale Angelo Mariani domenica 27 ottobre 2019 alle ore 10.30 aprirà la rassegna dei Concerti della Domenica 2019

Sul palco della Sala Corelli del Teatro Alighieri Isabella Fabbri al sax soprano, Mariella Donnaloia al sax contralto, Anna Paola De Biase al sax tenore, Laura Rocchegiani al sax baritono e Maria Giulia Cester al pianoforte proporranno un accattivante programma dedicato al padre del musical e a compositori suoi contemporanei, dopo aver intrattenuto brevemente il pubblico sui brani scelti per l’occasione.   

Composizioni di Aaron Copland, Samuel Barber, Leonard  Bernstein affiancheranno indiscussi capolavori di Gershwin, come i Tre preludi, una selezione di brani da Un americano a Parigi, o canzoni che hanno fatto la storia del jazz e del blues come Summertime, The man I love. Finale con l’Allegro dal Concerto in f (nell’arrangiamento per quattro sax e pianoforte), scritto intorno al 1925 da Gershwin per pianoforte e orchestra e che segnò il momento in cui l’autore dimostrò al mondodi essere un compositore a tutti gli effetti, in grado di orchestrare da solo le proprie opere.

Vendita abbonamenti ai Concerti della Domenica 2019 fino a domenica 27 ottobre, presso la Biglietteria del Teatro Alighieri dalle ore 10 alle ore 10.30.

Domani mercoledi’ 18 settembre 2019 ore 17.30 presso gli Antichi Chiostri Francescani presentazione al pubblico delle rassegne “GIOVANI IN MUSICA” e “CONCERTI DELLA DOMENICA”

Domani  mercoledì 18 settembre 2019, l’Associazione Musicale Angelo Mariani presenterà alla città l’edizione 2019 delle rassegne “Giovani in Musica” e “Concerti della Domenica” organizzate in collaborazione col Comune di Ravenna- Assessorato alla Cultura e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Alle ore 17.30 Romano Valentini direttore artistico dell’Associazione Mariani e la nota musicologa Susanna Venturi , presso la Sala Multimediale degli Antichi Chiostri Francescani  della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna (via Dante Alighieri n. 4)  illustreranno al pubblico il progetto che sottende la XV edizione di “Giovani in Musica”  che farà esibire alla Sala Corelli del Teatro Alighieri  musicisti allievi dei migliori  Conservatori, Istituti e Scuole di Musica della nostra Regione,  e la vetrina di talenti già affermati ospiti dei “Concerti della Domenica”, i relativi  programmi musicali e biografie. Non mancheranno di punteggiare il loro dialogo con aneddoti sui compositori che verranno proposti nei diversi appuntamenti.    (ingresso libero,  info www.angelomariani.org)

L’ Associazione Musicale Angelo Mariani torna a far parlare la musica, tramite le sue due rassegne di musica da camera che connotano la ripresa della sua attività

“Dove le parole non arrivano… la musica parla.”  Parafrasando Beethoven, l’Associazione Musicale Angelo Mariani torna a far parlare la musica, tramite le sue due rassegne di musica da camera che connotano la ripresa della sua attività dopo la consueta pausa estiva, “Giovani in Musica” e “Concerti della Domenica”.

Le due rassegne, realizzate grazie alla convenzione tra Comune di Ravenna – assessorato alla Culturae Associazione Mariani, sono realizzate in collaborazione anche conla Regione Emilia Romagna, Ministero per i Beni e Attività Culturali e Turismo e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

 “Ci attendono – commenta l’assessora alla Cultura Elsa Signorino – quattro mesi ricchi di interessantissime proposte musicali, grazie ad appuntamenti ai quali il pubblico si è appassionato e affezionato sempre di più. E’ molto bello, sfogliando i programmi delle due rassegne, leggere come vengano giustamente valorizzati i talenti ravennati, ma anche fatte scoprire realtà note a livello nazionale e internazionale, sia per quanto riguarda i musicisti più giovani che per ciò che concerne gli artisti affermati da più tempo”.

Le due rassegnepresentate questa mattina dal presidente Ernesto Giuseppe Alfieri e dal direttore artistico della Mariani Romano Valentini, alla presenza di Maurizio Tarantino dirigente delle Politiche e Attività Culturali del Comune di Ravenna e di Anna Maria Storace direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna”- prevedono complessivamente 14 appuntamenti che animeranno la Sala Corelli del Teatro Alighieri da settembre a dicembre 2019.  I primi 7, che costituiscono il cartellone Giovani in Musica con l’inizio degli appuntamenti fissato alle ore 17 tranne l’ultimo che si terrà alle ore 11,  si dipaneranno nell’arco di un mese dal 20 settembre al 20 ottobre; gli altri 7 che compongono i “Concerti della Domenica” si terranno la mattina alle ore 10.30 e scandiranno dal 27 ottobre al 15 dicembre tutte le domeniche, tranne la domenica 10 novembre (in tale data la tradizionale maratona cittadina  renderebbe difficilissimo l’accesso al teatro).

Il progetto Giovani in Musica, giunto alla XV edizione, ha come focus il coinvolgimento del pubblico nella realtà delle giovani generazioni di musicisti che percorrono la strada formativa e di preparazione alla professione. L’edizione 2019, anticipando in parte un evento importante che caratterizzerà la programmazione del prossimo anno, il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven  avvenuta nel 1770, presenterà alcune esperienze didattiche molto interessanti pensate intorno al grande compositore di Bonn, condotte da docenti qualificati del nostro territorio, impegnati a stimolare nei più giovani il desiderio di accostarsi alla musica e alla professione con passione, disciplina e apertura nei confronti della  complessa realtà artistica in cui si troveranno ad operare. La rassegna prosegue sul solco tracciato dalle esperienze delle edizioni passate, caratterizzandosi come una sorta di laboratorio di esperienze vive, partecipate dal pubblico, che approfondisce così la conoscenza degli aspetti fondamentali di quel mondo espressivo in cui tantissimi giovani strumentisti si cimentano per costruire la loro vita artistica e professionale.

Allievo del pianista Denis Zardi presso il Conservatorio di Parma, Dario Zanconi  darà prova venerdì 20 settembre del suo promettente talento eseguendo le Variazioni Diabelli di Beethoven, mentre venerdì 27 settembre il Collegium vocale “C. Monteverdi” formazione corale del Conservatorio di Bolzano creato e diretto da Elena Sartori, musicista e direttrice di coro di origine ravennate tra le più celebri a livello europeo,  farà ruotare la propria esibizione intorno a due compositori che rappresentano due significativi esempi della produzione vocale del ‘500,  Orazio Vecchi e  Giovanni Pierluigi da Palestrina.

Di nuovo dedicato a Beethoven il pomeriggio di lunedì 30 settembre di cui saranno proposte alcune delle più significative Sonate interpretate dagli allievi della classe di pianoforte del maestro Mauro Minguzzi docente presso l’Istituto Malerbi di Lugo.

Sabato 5 ottobre protagonista ancora una scuola di pianoforte questa volta ravennate,  tra le più recenti fondate a Ravenna su iniziativa della brillante pianista Maria Cristina Ceroni: alcuni dei più meritevoli allievi si cimenteranno con composizioni, oltre di Beethoven  di alcuni altri autori che hanno concorso alla formazione artistica del grande tedesco, come Bach, Haydn, Mozart Schubert.

Mercoledì 9 ottobre verrà esplorato il rapporto tra il giovane musicista e la realtà del Concorso come necessario momento di verifica delle proprie capacità e confronto col talento altrui, una messa a fuoco degli aspetti da migliorare al fine di proseguire il percorso di crescita e maturazione artistica: nell’occasione la vincitrice del concorso migliori diplomati del 2018 la violinista Annastella Gibboni accompagnata al pianoforte da Geraldina Letteriello eseguirà brani di Bach, Beethoven, Paganini.

La collaborazione con le più qualificate Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale oltrepasserà quest’anno i confini nazionali, nell’appuntamento di martedì 15 ottobre che vedrà la partecipazione di un trio di musicisti allievi del Conservatorio di Lugano: il violinista Riccardo Zamuner, la violoncellista Arianna Di Martino e la pianista Cecilia Facchini impegnate in pagine di  Beethoven e Brahms.

All’Istituto Superiore Musicale di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna con il suo Ensemble Strumentale diretto da Federico Ferri il DOMENICA 20 ottobre spetterà il compito di chiudere la rassegna con una mattinata musicale tutto dedicata a Vivaldi (inizio concerto ore 11).

Non sono ancora spenti gli echi degli strumenti delle giovani promesse musicali, che già la Mariani incalza con la sua seconda proposta musicale dell’autunno, una delle rassegne maggiormente attese e consolidate nelle abitudini del pubblico i “Concerti della Domenica”, contrassegnata quest’anno dalla partecipazione di musicisti tutti di calibro internazionale.

I nomi dei protagonisti che si avvicenderanno sul palco della Corelli sono di immediato  richiamo per pubblico. Dal Gershwin Quintet, che apre il cartellone dei matinée musicali, al vincitore del Primo Premio al Concorso di Bonn “Telekom – Beethoven 2017” Alberto Ferro che siederà al pianoforte il 3 novembre, dal duo Filippo Mazzoli flauto e Denis Zardi pianoforte del 17 novembre, entrambi singolarmente attivi da anni sulla scena internazionale, ai componenti il Quartetto Felix tre archi e pianoforte – Vincenzo Meriani violino, Francesco Venga viola, Matteo Parisi violoncello, Marina Pellegrino pianoforte –  pronti a prendere posto sul palco il 24 novembre, al duo oboe – pianoforte formato dall’oboista Luciano Franca, già primo oboe dell’Orchestra del Teatro alla Scala, e Simona Santini una delle più note pianiste e insegnanti di pianoforte di Ravenna che come fiore all’occhiello vanta il primo premio assoluto come solista al IV° Concorso Pianistico Internazionale “Chopin” di Roma, dal duo protagonista l’8 dicembre con due nomi di grido il violinista Gabriele Pieranunzi e la pianista Giorgia Tomassi,  al Sestetto strumentale In Liebe- quartetto vocale e pianoforte a 4 mani formato dal soprano Stela Dicusarà, mezzosoprano Valentina Vanini, tenore Alessandro Vannucci, baritono Lorenzo Bonomi, e le due pianiste Francesca Cesaretti e Ilaria Torresan, che chiuderà il cartellone – che si realizza anche coi contributi di Confcommercio Ravenna, Confesercenti Ravenna, Cristina Rocca, Circolo Ravennate e dei Forestieri, Edizioni Moderna- con una proposta di Walzer di Brahms e i 20 Landler per pianoforte a quattro mani di Schubert – trascrizione di Brahms. 

Novità:

Illustrazione al pubblico dei programmi musicali delle due rassegne

Si svolgerà mercoledì 18 settembre 2019 alle ore 17.30 (a ingresso libero) presso la Sala Multimediale degli Antichi Chiostri Francescani (via Dante Alighieri 4 a Ravenna) e sarà a cura del direttore artistico dell’Associazione Musicale Mariani Mariani Romano Valentini e della musicologa ravennate Susanna Venturi. 

Nuovo orario inizio  Concerti della Domenica:

I concerti della Domenica avranno inizio alle ore 10.30 (e non alle ore 11 come nelle scorse edizioni)per dare la possibilità ai musicisti nel corso delle loro performances di guidare il pubblico all’ascolto dei programmi musicali.

Inizio vendita abbonamenti e biglietti da sabato 28 settembre presso la Biglietteria del Teatro Alighieri, on line sul sito www.teatroalighieri.org      

In chiusura di conferenza è stato segnalato un altro evento musicale promosso dalla Mariani  diventato un appuntamento fisso e che quest’anno festeggia la XV edizione: il Concerto in omaggio a Paganini, che si svolgerà sabato 28 settembre alle ore 21 presso la Chiesa Parrocchiale di Piangipane, e che avrà come protagonisti il violinista Klest Kripa e il pianista Mirko Maltoni. 

Per info: www.angelomariani.org