Domenica 20 Ottobre 2019 alle ore 11 Concerto finale per la rassegna “Giovani in Musica 2019”: Ensemble strumentale dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Giuseppe Verdi di Ravenna

Sul tema del fare musica insieme  è incentrato l’ultimo appuntamento della rassegna “Giovani in Musica 2019” dell’Associazione Angelo Mariani in programma alla Sala Corelli del Teatro Alighieri domenica 20 ottobre 2019 alle ore 11, e a dimostrare come è possibile unire le esigenze del gruppo, quali intonazione, fusione dei suoni, sincronia con la capacità di controllo individuale dei propri meccanismi tecnici, posturali e respiratori, sarà l’Ensemble Strumentale della principale istituzione musicale della città di Ravenna l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi”, nella cui offerta formativa ha un ruolo fondante la formazione strumentale e la pratica d ‘insieme.

Diretto dal suo docente di esercitazioni  orchestrali Federico Ferri, sarà impegnato in un programma tutto dedicato ad uno degli autori più amati dal pubblico, Antonio Vivaldi.

Verranno proposti accanto alla Sinfonia da “L’Incoronazione di Dario”, tre concerti da l’Estro Armonico op. 3:  i violini Federico Pezzilli e Giulia Foschini, il violoncello Amerigo Spano eseguiranno Concerto in re minore n.11 per 2 violini, violoncello, archi e continuo RV 356,  i violini Lorenzo Gubbioli e Gioele Melandri interpreteranno Concerto in la minore n. 8 per 2 violini, archi e continuo RV 356 e Danil Naborshikov, Pierfrancesco Venturi, Raffaele Valentini, Letizia Belli si cimenteranno nel Concerto in si minore n.10 per 4 violini, archi e continuo RV 580. Completano il programma il Concerto per fagotto, archi e continuo in Sib maggiore RV 501 “La notte” con Michele Zaccarini al fagotto, e Concerto per 2 flauti, archi e continuo in Do maggiore RV 533 con i flautisti Serena Giuri e Giacomo Parini.

I biglietti del concerto, che conclude la rassegna Giovani in Musica organizzata con la collaborazione del Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, Regione Emilia-Romagna e Mibact  e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna,sono in vendita a € 5,00 il giorno del concerto presso la Biglietteria del Teatro Alighieri aperta dalle ore 10.30.    Biglietti omaggio per giovani sotto i 26 anni, Soci Associazione Musicale Angelo Mariani, allievi di Conservatori, Istituti e Scuole Musicali, Associati Capit, Confcommercio, Confesercenti, iscritti all’Università per Adulti Bosi Maramotti e la Libera Università per Adulti e per la terza età di Ravenna (disponibili presso la biglietteria del teatro alighieri all’orario di apertura nella data di ogni concerto, a fronte della esibizione al personale della biglietteria di un documento comprovante l’età e l’iscrizione all’istituto musicale, università o associazione).    

Giovani in Musica 2019: martedì 15 ottobre 2019 Trio Riccardo Zamuner, Arianna Di Martino e Cecilia Facchini

Individualmente sono tre  promesse  del concertismo internazionale, il violinista Riccardo Zamuner, la violoncellista Arianna Di Martino  e la pianista Cecilia Facchini.  Si sono incontrati al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano in occasione del Master of Arts in Music Performance di ciascuno di loro, dove hanno avviato anche l’esperienza del suonare insieme, attività che hanno continuato a praticare con soddisfazione affiancando il concertismo in ambito cameristico con quello solistico.

E’ proprio in trio che si esibiranno martedì 15 ottobre 2019 alla Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 17 per la rassegna Giovani in Musica dell’Associazione Angelo Mariani, curata in collaborazione  con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.  Nell’occasione, uno dei temi che la rassegna intende esplorare, ossia il rapporto con le più qualificate Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale, oltrepasserà i confini nazionali puntando l’attenzione, appunto, sul Conservatorio di Lugano.

Riccardo Zamuner, nel cui curriculum spiccano diploma e biennio di specializzazione al Conservatorio di Napoli, diploma di alto perfezionamento presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma,  a Lugano sta conseguendo il Master of Arts in Music Performance nella classe di Pavel Berman e ha all’attivo numerose tournée in Spagna, Germania, Romania e Kazakistan.

Marianna Di Martino, dopo il diploma al Conservatorio di Torino, le masterclass con celebri violoncellisti come Enrico Dindo, Antonio Meneses, Bruno Giuranna, e la vittoria nel 2016 del Concorso Internazionale “Rovere d’oro” nella categoria “Giovani Talenti”, attualmente accanto agli studi per il Master of Arts in Music Performance conduce una regolare attività concertistica.

Cecilia Facchini ha ottenuto recentemente il Master of Arts in Music Performance nella classe di Anna Kravtchenko, dopo essersi diplomata presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna, e ora frequenta il Master of Arts in Specialized Music Performance in Research presso l’Hochschule der Künste di Berna, dedicandosi al contempo al concertismo con esibizioni in Italia, Svizzera e America Centrale.

Molto coinvolgente il programma del concerto dal titolo Dialogo a tre voci  con il Trio op. 1 n. 1 scritto da Beethoven negli anni 1753-54 e il Trio op. 8 composto da  Brahms tra il 1793 e il 1795, due opere giovanili per entrambi gli autori.

Vendita biglietti a € 5,00 il giorno del concerto presso la Biglietteria del Teatro Alighieri  ore 16.30.

“Giovani in Musica 2019” mercoledì 9 ottobre Annastella Gibboni (violino) Gerardina Letteriello (pianoforte)

Giovani in Musica, la rassegna organizzata dall’Associazione Angelo Mariani, in collaborazione con l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, Regione Emilia-Romagna, Mibact e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna,   nell’appuntamento di mercoledì 9 ottobre 2019, esplorerà un altro momento del percorso formativo del giovane musicista, ossia il Concorso, inteso come verifica delle proprie capacità e momento di confronto col talento altrui, in grado di mettere a fuoco gli aspetti migliorabili della propria formazione, quali tecnica, approccio con la composizione e il suo autore, il rapporto con il pubblico.

A rappresentare questo aspetto sarà la violinista ventenne Annastella Gibboni vincitrice del Concorso migliori diplomati del 2018, che si esibirà sul palco della Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 17, accompagnata al pianoforte dalla madre la pianista Gerardina Letteriello.  

Diplomatasi in violino a 15 anni presso il Conservatorio di Salerno,  Annastella Gibboni dal 2016 è allieva del M° Accardo presso l’Accademia Stauffer di Cremona, e dal 2017 è stata ammessa all’Accademia Perosi di Biella con borsa di studio nella classe del M° Berman. Dopo aver vinto il primo premio a vari concorsi nazionali ed internazionali quali Kogan International Competition 2019, Premio Crescendo 2018 Firenze, Scuola Civica Abbado, nel 2011 ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana per meriti musicali. La vittoria della XXI edizione della Rassegna I Migliori Diplomati nel 2018 le ha fatto percorrere tappe significative per la sua carriera, come l’incisione di un cd distribuito in allegato alla rivista Suonare News e  l’ammissione nello stesso anno all’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, ai corsi triennali di Alto Perfezionamento nella classe di Sonig Tchakerian.

Si esibisce regolarmente in Italia nei principali teatri e sale da concerto sia come solista che insieme alla sua famiglia di musicisti, mentre con la sorella gemella Donatella, con cui  ha formato un duo di soli violini, è attiva anche  a livello internazionale.

Il concerto prevede una scelta di pagine dei più grandi compositori di tutti i tempi che daranno la misura della capacità tecnica e interpretativa della giovane violinista: adagio e fuga dalla Sonata n.1 per violino solo BWV 1001 di Bach, i Capricci n. 1, n.5 e variazioni su “God save the Queen”. Seguiranno Romanza n. 2 op. 50 di Beethoven,  La Ronde des lutins (La ridda dei folletti) Scherzo fantastico per violino di Antonio Bazzini, compositore attivo per molta parte dell’800, e per finire la fantasmagorica Zigeunerweisen) op. 20 di de Sarasate.

Vendita biglietti a € 5,00 il giorno del concerto presso la Biglietteria del Teatro Alighieri  ore 16.30.

Rassegna “Giovani in Musica”: sabato 5 ottobre pianisti allievi della Ceroni Piano School

Proseguendo nel viaggio virtuale della rassegna “Giovani in Musica” dell’ Associazione Angelo Mariani all’interno di alcuni istituti e scuole musicali della nostra Regione, coll’intento di esplorare il percorso formativo  del giovane musicista in preparazione alla professione, il pubblico, dopo la scuola di musica Malerbi di Lugo “visiterà” la Ceroni Piano School, dedicata principalmente allo studio del pianoforte e all’apprendimento della tecnica pianistica, fondata due anni fa dalla brillante pianista e didatta ravennate Maria Cristina Ceroni, diplomatasi in pianoforte all ‘Istituto Verdi di Ravenna dopo agli studi col maestro Mauro Minguzzi. 

La Ceroni Piano School è un esempio di successo imprenditoriale in ambito musicale, un’oasi dedicata alla “musica classica” dove i percorsi di apprendimento sono vari e articolati; dalla vera e propria formazione di studi del pianista coll’obbiettivo di una più facile occupazione in ambito musicale, con preparazioni specifiche per concorsi o diplomi presso Conservatori e Istituti Musicali del territorio e frequenti esibizioni in forma di saggio o concerto, passando ai corsi mirati ad attività esecutive amatoriali, per finire alle lezioni  di storia della musica con taglio multidisciplinare per diffondere quanto più possibile la cultura della musica classica tra ragazzi e adulti.

Sabato 5 ottobre a partire dalle ore 17 saranno proprio alcuni pianisti allievi della Ceroni Piano School ad avvicendarsi al pianoforte della Sala Corelli del Teatro Alighieri per dare vita a “Un viaggio nella seconda metà del Settecento per capire il panorama musicale prima e durante Beethoven” con la proposta di brani di autori collegati a Beethoven, in omaggio al 250° anniversario della nascita del compositore tedesco del 2020. Due composizioni di Bach in apertura, Preludio in do minore eInvenzione a due voci n. 8 in Fa maggiore, saranno eseguite rispettivamente da Edoardo Signorini e Chiara Evangelisti;  quindi Alessandro Buonocore si cimenterà nella Sonata n. 19 in Do maggiore di Cimarosa, Sofia Magnano suonerà l’ Allegro con brio dalla Sonata in Re maggiore Hob XVI n. 37 di Haydn, Elisa Fabbri proporrà Spiritoso dalla Sonatina in Do maggiore op. 36 n. 3 di Clementi, Francesco Bondi interpreterà Improvviso op. 90 n. 2 di Schubert.     Il finale del pomeriggio musicale, quarto appuntamento della rassegna Giovani in musica  promossa in collaborazione con l’ Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, Regione Emilia Romagna, Mibact e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, sarà dedicato al grande compositore di Bonn con un veloce movimento da una sua composizione scritta per pianoforte a 4 mani:  l’ Allegro molto dalla Sonata in Re maggiore op. 6 nell’interpretazione di Sara Zoli e Francesco Bondi.

Biglietti a € 5,00 in vendita presso la biglietteria del Teatro Alighieri il giorno del concerto dalle ore 16.30. Biglietti omaggio per ragazzi sotto i 26 anni, allievi di Conservatori, Scuole di Musica, Istituti e Accademie Musicali, Soci dell’Associazione Mariani, Associati di RavennAntica, Confcommercio, Confesercenti, Capit, e iscritti all’Università per adulti Bosi Maramotti e alla Libera Università per adulti e per la terza età di Ravenna. www.teatroalighieri.org;www.angelomariani.org tel. 0544 39837

Lunedì 30 settembre 2019 per la rassegna “Giovani in Musica 2019” appuntamento presso la Sala Corelli alle ore 17

Il percorso formativo di un giovane musicista, dal diploma in un Conservatorio o Scuola o Istituto di musica, ai corsi di perfezionamento in un’Accademia Musicale in preparazione di una auspicabile professione in ambito musicale, come concertista o componente di un’orchestra, è il tema intorno al quale ruota la XV edizione della rassegna “Giovani in Musica” curata dall’Associazione Musicale Angelo Mariani, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna. Lunedì 30 settembre alla Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 17 la rassegna entrerà nel vivo dischiudendo idealmente le porte della “Scuola di Musica Giuseppe e Luigi Malerbi” di Lugo e facendo entrare i pubblico nella classe del maestro Mauro Minguzzi,  tra  i più qualificati docenti di pianoforte la cui fama travalica l’ambito regionale.

Quattro suoi giovanissimi allievi, tutti promettenti  pianisti, con le loro fresche interpretazioni si misureranno con quattro delle 32 Sonate per pianoforte che  Beethoven compose dal 1793 al 1822.

Federico Segurini interpreterà la Sonata op. 2 n. 1 scritta a Vienna negli anni 1793-95,  Alessandro Koebler si cimenterà con la n. 1 dell’op. 2 composta sempre nella capitale austriaca tra il 1795 e il 1798,  Riccardo Martinelli eseguirà la n. 3 dell’op. 31 scritta a Zurigo nel 1802, e per finire Domenico Bevilacqua proporrà la Sonata catalogata nel corpus beethoneviano come op. 81 a “Les adieux”, composta nuovamente a Vienna tra il 1809 e il 1810 durante l’occupazione da parte delle truppe francesi.

Venerdì 27 settembre 2019 ore 17 Collegium Vocale “C. Monteverdi” di Bolzano diretta da Elena Sartori

Il prossimo appuntamento della rassegna “Giovani in Musica” – XV edizione, curata dall’Associazione Musicale Angelo Mariani, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, previsto per venerdì 27 settembre 2019, Sala Corelli del Teatro Alighieri ore 17,apre idealmente al pubblico le porte del Conservatorio di Bolzano.

Il titolo del concerto L’amor sacro e l’amor profano, indica il fil rouge delle composizioni in programma, l’amore sacro inteso come l’amore privato e sensuale e apparentemente pudico e casto della sposa in società, e l’amore legato alla terra, più schietto e senza sovrastrutture poetiche, rappresentato da una figura di donna immersa nel paesaggio rurale. Il dualismo dell’amore racchiuso nella figura femminile presente nella produzione musicale vocale, oltre a quella pittorica e letteraria, verrà proposto dalle voci dei cantanti del Collegium Vocale “C. Monteverdi” del Conservatorio di Bolzano, Martina Zaccarin cantus, Elena Sartori altus e direzione, Diego Iglesias tenor I, Michele Lo Bianco tenor II, Rocco Lia bassus.

L’ensemble di sole voci, nato su iniziativa dell’instancabile musicista e direttrice di coro Elena Sartori, anche nell’occasione ravennate nel doppio ruolo di voce e direttore, con la sua proposta musicale metterà a confronto due significativi esempi di compositori del ‘500, Giovanni Pierluigi da Palestrina con brani della sua raccolta principale il Cantico dei Cantici,  e il modenese Orazio Vecchi, i cui madrigali mutuano il linguaggio franco e libero della sua terra. Due musicisti apparentemente lontani, che in ultima analisi rendono in musica i medesimi temi e le stesse immagini secondo i canoni estetici più alla moda, quelli del tardo rinascimento che stanno cedendo il passo al nascente manierismo.

Biglietti € 5,00 vendita biglietti il giorno del concerto alle ore 16.30 presso la Biglietteria del Teatro Alighieri, dove da sabato 28 settembre fino alla mattina di  domenica 27 ottobre (compresa) sarà possibile acquistare gli abbonamenti ai Concerti della Domenica 2019, organizzati sempre dall’Associazione Mariani e in programma alla Sala Corelli a partire da domenica27 ottobre con inizio, diversamente dagli anni scorsi, alle 10.30.

info www.teatroalighieri.org tel.  0544 39837.   

Concerto di apertura della rassegna “Giovani in Musica”: venerdì 20 settembre alle ore 17.00 il pianista Dario Zanconi

E’ il Beethoven creativo su cui punterà l’attenzione del pubblico nel pomeriggio d’apertura della XV edizione della rassegna “Giovani in Musica” organizzata dall’Associazione Musicale Angelo Mariani, in collaborazione con Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, Regione Emilia Romagna, MIBACT, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.    

Venerdì 20 settembre alle ore 17 presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri siederà al pianoforte il ventiduenne pianista Dario Zanconi, originario di Lugo e allievo presso il Conservatorio di Parma del corso di perfezionamento del conterraneo docente di pianoforte e concertista Denis Zardi.  Nel corso del concerto, che intende rendere omaggio al grande compositore tedesco in occasione dei suoi 250 anni dalla nascita che ricorrerà nel 2020,   Zanconi si cimenterà con le Variazioni Diabelli, 33 variazioni per pianoforte in Do maggiore op. 120 scritte da Beethoven nel 1819,  allorché rispose all’invito  del compositore, pianista ed editore viennese Anton Diabelli, che per far conoscere la propria attività di editore musicale lanciò l’idea ai compositori di cimentarsi sul tema di un suo Valzer.

Dario Zanconi,  primo premio nella terza edizione dello “Stockholm International Music Competition”,  ha vinto altri venti primi premi, di cui dieci primi assoluti in concorsi importanti come il “Giuio Rospigliosi” a Lamporecchio o “Nuovi Orizzonti” ad Arezzo. L’esordio come pianista solista a soli 18 anni all’Auditorium di Parma insieme alla Filarmonica Arturo Toscanini, ha dato il la alla sua attività concertistica che lo ha visto protagonista di recital e solista in concerti con orchestra in diverse città in Italia e a Hobro in Danimarca.    

Biglietti € 5,00 vendita biglietti il giorno del concerto presso la Biglietteria del Teatro Alighieri aperta dalle ore 16.30.    

Biglietti omaggio per giovani sotto i 26 anni, Soci Associazione Musicale Angelo Mariani, allievi di Conservatori, Istituti e Scuole Musicali, Associati Capit, Confcommercio, Confesercenti, iscritti all’Università per Adulti Bosi Maramotti e la Libera Università per Adulti e per la terza età di Ravenna (disponibili presso la biglietteria del teatro alighieri all’orario di apertura nella data di ogni concerto, a fronte della esibizione al personale della biglietteria di un documento comprovante l’età e l’iscrizione all’istituto musicale, università o associazione).      

Domani mercoledi’ 18 settembre 2019 ore 17.30 presso gli Antichi Chiostri Francescani presentazione al pubblico delle rassegne “GIOVANI IN MUSICA” e “CONCERTI DELLA DOMENICA”

Domani  mercoledì 18 settembre 2019, l’Associazione Musicale Angelo Mariani presenterà alla città l’edizione 2019 delle rassegne “Giovani in Musica” e “Concerti della Domenica” organizzate in collaborazione col Comune di Ravenna- Assessorato alla Cultura e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Alle ore 17.30 Romano Valentini direttore artistico dell’Associazione Mariani e la nota musicologa Susanna Venturi , presso la Sala Multimediale degli Antichi Chiostri Francescani  della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna (via Dante Alighieri n. 4)  illustreranno al pubblico il progetto che sottende la XV edizione di “Giovani in Musica”  che farà esibire alla Sala Corelli del Teatro Alighieri  musicisti allievi dei migliori  Conservatori, Istituti e Scuole di Musica della nostra Regione,  e la vetrina di talenti già affermati ospiti dei “Concerti della Domenica”, i relativi  programmi musicali e biografie. Non mancheranno di punteggiare il loro dialogo con aneddoti sui compositori che verranno proposti nei diversi appuntamenti.    (ingresso libero,  info www.angelomariani.org)

L’ Associazione Musicale Angelo Mariani torna a far parlare la musica, tramite le sue due rassegne di musica da camera che connotano la ripresa della sua attività

“Dove le parole non arrivano… la musica parla.”  Parafrasando Beethoven, l’Associazione Musicale Angelo Mariani torna a far parlare la musica, tramite le sue due rassegne di musica da camera che connotano la ripresa della sua attività dopo la consueta pausa estiva, “Giovani in Musica” e “Concerti della Domenica”.

Le due rassegne, realizzate grazie alla convenzione tra Comune di Ravenna – assessorato alla Culturae Associazione Mariani, sono realizzate in collaborazione anche conla Regione Emilia Romagna, Ministero per i Beni e Attività Culturali e Turismo e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

 “Ci attendono – commenta l’assessora alla Cultura Elsa Signorino – quattro mesi ricchi di interessantissime proposte musicali, grazie ad appuntamenti ai quali il pubblico si è appassionato e affezionato sempre di più. E’ molto bello, sfogliando i programmi delle due rassegne, leggere come vengano giustamente valorizzati i talenti ravennati, ma anche fatte scoprire realtà note a livello nazionale e internazionale, sia per quanto riguarda i musicisti più giovani che per ciò che concerne gli artisti affermati da più tempo”.

Le due rassegnepresentate questa mattina dal presidente Ernesto Giuseppe Alfieri e dal direttore artistico della Mariani Romano Valentini, alla presenza di Maurizio Tarantino dirigente delle Politiche e Attività Culturali del Comune di Ravenna e di Anna Maria Storace direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna”- prevedono complessivamente 14 appuntamenti che animeranno la Sala Corelli del Teatro Alighieri da settembre a dicembre 2019.  I primi 7, che costituiscono il cartellone Giovani in Musica con l’inizio degli appuntamenti fissato alle ore 17 tranne l’ultimo che si terrà alle ore 11,  si dipaneranno nell’arco di un mese dal 20 settembre al 20 ottobre; gli altri 7 che compongono i “Concerti della Domenica” si terranno la mattina alle ore 10.30 e scandiranno dal 27 ottobre al 15 dicembre tutte le domeniche, tranne la domenica 10 novembre (in tale data la tradizionale maratona cittadina  renderebbe difficilissimo l’accesso al teatro).

Il progetto Giovani in Musica, giunto alla XV edizione, ha come focus il coinvolgimento del pubblico nella realtà delle giovani generazioni di musicisti che percorrono la strada formativa e di preparazione alla professione. L’edizione 2019, anticipando in parte un evento importante che caratterizzerà la programmazione del prossimo anno, il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven  avvenuta nel 1770, presenterà alcune esperienze didattiche molto interessanti pensate intorno al grande compositore di Bonn, condotte da docenti qualificati del nostro territorio, impegnati a stimolare nei più giovani il desiderio di accostarsi alla musica e alla professione con passione, disciplina e apertura nei confronti della  complessa realtà artistica in cui si troveranno ad operare. La rassegna prosegue sul solco tracciato dalle esperienze delle edizioni passate, caratterizzandosi come una sorta di laboratorio di esperienze vive, partecipate dal pubblico, che approfondisce così la conoscenza degli aspetti fondamentali di quel mondo espressivo in cui tantissimi giovani strumentisti si cimentano per costruire la loro vita artistica e professionale.

Allievo del pianista Denis Zardi presso il Conservatorio di Parma, Dario Zanconi  darà prova venerdì 20 settembre del suo promettente talento eseguendo le Variazioni Diabelli di Beethoven, mentre venerdì 27 settembre il Collegium vocale “C. Monteverdi” formazione corale del Conservatorio di Bolzano creato e diretto da Elena Sartori, musicista e direttrice di coro di origine ravennate tra le più celebri a livello europeo,  farà ruotare la propria esibizione intorno a due compositori che rappresentano due significativi esempi della produzione vocale del ‘500,  Orazio Vecchi e  Giovanni Pierluigi da Palestrina.

Di nuovo dedicato a Beethoven il pomeriggio di lunedì 30 settembre di cui saranno proposte alcune delle più significative Sonate interpretate dagli allievi della classe di pianoforte del maestro Mauro Minguzzi docente presso l’Istituto Malerbi di Lugo.

Sabato 5 ottobre protagonista ancora una scuola di pianoforte questa volta ravennate,  tra le più recenti fondate a Ravenna su iniziativa della brillante pianista Maria Cristina Ceroni: alcuni dei più meritevoli allievi si cimenteranno con composizioni, oltre di Beethoven  di alcuni altri autori che hanno concorso alla formazione artistica del grande tedesco, come Bach, Haydn, Mozart Schubert.

Mercoledì 9 ottobre verrà esplorato il rapporto tra il giovane musicista e la realtà del Concorso come necessario momento di verifica delle proprie capacità e confronto col talento altrui, una messa a fuoco degli aspetti da migliorare al fine di proseguire il percorso di crescita e maturazione artistica: nell’occasione la vincitrice del concorso migliori diplomati del 2018 la violinista Annastella Gibboni accompagnata al pianoforte da Geraldina Letteriello eseguirà brani di Bach, Beethoven, Paganini.

La collaborazione con le più qualificate Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale oltrepasserà quest’anno i confini nazionali, nell’appuntamento di martedì 15 ottobre che vedrà la partecipazione di un trio di musicisti allievi del Conservatorio di Lugano: il violinista Riccardo Zamuner, la violoncellista Arianna Di Martino e la pianista Cecilia Facchini impegnate in pagine di  Beethoven e Brahms.

All’Istituto Superiore Musicale di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna con il suo Ensemble Strumentale diretto da Federico Ferri il DOMENICA 20 ottobre spetterà il compito di chiudere la rassegna con una mattinata musicale tutto dedicata a Vivaldi (inizio concerto ore 11).

Non sono ancora spenti gli echi degli strumenti delle giovani promesse musicali, che già la Mariani incalza con la sua seconda proposta musicale dell’autunno, una delle rassegne maggiormente attese e consolidate nelle abitudini del pubblico i “Concerti della Domenica”, contrassegnata quest’anno dalla partecipazione di musicisti tutti di calibro internazionale.

I nomi dei protagonisti che si avvicenderanno sul palco della Corelli sono di immediato  richiamo per pubblico. Dal Gershwin Quintet, che apre il cartellone dei matinée musicali, al vincitore del Primo Premio al Concorso di Bonn “Telekom – Beethoven 2017” Alberto Ferro che siederà al pianoforte il 3 novembre, dal duo Filippo Mazzoli flauto e Denis Zardi pianoforte del 17 novembre, entrambi singolarmente attivi da anni sulla scena internazionale, ai componenti il Quartetto Felix tre archi e pianoforte – Vincenzo Meriani violino, Francesco Venga viola, Matteo Parisi violoncello, Marina Pellegrino pianoforte –  pronti a prendere posto sul palco il 24 novembre, al duo oboe – pianoforte formato dall’oboista Luciano Franca, già primo oboe dell’Orchestra del Teatro alla Scala, e Simona Santini una delle più note pianiste e insegnanti di pianoforte di Ravenna che come fiore all’occhiello vanta il primo premio assoluto come solista al IV° Concorso Pianistico Internazionale “Chopin” di Roma, dal duo protagonista l’8 dicembre con due nomi di grido il violinista Gabriele Pieranunzi e la pianista Giorgia Tomassi,  al Sestetto strumentale In Liebe- quartetto vocale e pianoforte a 4 mani formato dal soprano Stela Dicusarà, mezzosoprano Valentina Vanini, tenore Alessandro Vannucci, baritono Lorenzo Bonomi, e le due pianiste Francesca Cesaretti e Ilaria Torresan, che chiuderà il cartellone – che si realizza anche coi contributi di Confcommercio Ravenna, Confesercenti Ravenna, Cristina Rocca, Circolo Ravennate e dei Forestieri, Edizioni Moderna- con una proposta di Walzer di Brahms e i 20 Landler per pianoforte a quattro mani di Schubert – trascrizione di Brahms. 

Novità:

Illustrazione al pubblico dei programmi musicali delle due rassegne

Si svolgerà mercoledì 18 settembre 2019 alle ore 17.30 (a ingresso libero) presso la Sala Multimediale degli Antichi Chiostri Francescani (via Dante Alighieri 4 a Ravenna) e sarà a cura del direttore artistico dell’Associazione Musicale Mariani Mariani Romano Valentini e della musicologa ravennate Susanna Venturi. 

Nuovo orario inizio  Concerti della Domenica:

I concerti della Domenica avranno inizio alle ore 10.30 (e non alle ore 11 come nelle scorse edizioni)per dare la possibilità ai musicisti nel corso delle loro performances di guidare il pubblico all’ascolto dei programmi musicali.

Inizio vendita abbonamenti e biglietti da sabato 28 settembre presso la Biglietteria del Teatro Alighieri, on line sul sito www.teatroalighieri.org      

In chiusura di conferenza è stato segnalato un altro evento musicale promosso dalla Mariani  diventato un appuntamento fisso e che quest’anno festeggia la XV edizione: il Concerto in omaggio a Paganini, che si svolgerà sabato 28 settembre alle ore 21 presso la Chiesa Parrocchiale di Piangipane, e che avrà come protagonisti il violinista Klest Kripa e il pianista Mirko Maltoni. 

Per info: www.angelomariani.org