Lunedì 26 marzo Orchestra Sinfonica Rossini diretta da Nicola Valentini Stabat Mater di Rossini

La stagione “Ravenna Musica” curata dall’Associazione Angelo Mariani in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, in occasione della Santa Pasqua e nel 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini, dedica la serata di lunedì 26 marzo 2018 allo Stabat Mater del compositore pesarese. Ad eseguirlo una delle principali compagini italiane, l’Orchestra Sinfonica Rossini, diretta dal maestro ravennate Nicola Valentini,  tra i più interessanti e promettenti giovani direttori d’orchestra italiani.
L’orchestra, con doppia sede a Pesaro e Fano, costituisce la principale formazione della Regione Marche. Ospite regolare delle principali stagioni liriche del territorio come quelle di Fano, Ancona e Jesi, è in pianta stabile da oltre un decennio al Rossini Opera Festival. Nel 2014 ha vinto l’Oscar della Lirica per l’incisione dell’opera Aureliano in Palmira di Gioachino Rossini, produzione del Rossini Opera Festival.
La compagine, affiancata dai Cori Ludus Vocalis di Ravenna e San Carlo di Pesaro e sotto la bacchetta di Nicola Valentini, riconosciuto dalla critica internazionale come esperto conoscitore del linguaggio barocco, classico e belcantistico, eseguirà lo Stabat Mater rossiniano, considerato uno dei maggiori capolavori di musica sacra.
Composta tra il 1832 e il 1841, l’opera è una sequenza liturgica in musica, molto ricca nell’inventiva e nella struttura armonica. Si articola in dieci sezioni che culminano con un “Amen, in sempiterna” in stile fugato. Venne eseguita con successo la prima volta nel 1842 a Parigi.
Le voci saranno quelle del soprano Elisa Balbo, del mezzosoprano Nozomi Kato, del tenore Giordano Lucà e del basso Pablo Ruiz.

Inizio concerto ore 20.30.

Giovedì 22 marzo 2018 al Teatro Alighieri ospite della stagione “Ravenna Musica” l’Orchestra laBarocca ed il suo direttore Ruben Jais

Giovedì 22 marzo 2018 al Teatro Alighieri (ore 20.30) ospite della stagione “Ravenna Musica” dell’Associazione Angelo Mariani, sarà l’Orchestra laBarocca, l’ultima creazione in ordine cronologico della Fondazione Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano. Nata nel 2008 per iniziativa del suo direttore Ruben Jais, la formazione è specializzata nella prassi esecutiva del periodo barocco e persegue la finalità di approfondire il relativo repertorio per esplorarne i capolavori e portarne alla luce rarità dimenticate.
A Ravenna, sotto la bacchetta di Ruben Jais, proporrà una serie di Sinfonie e Arie tratte dalle principali opere del compositore tedesco Christoph Willibald Gluck, uno dei maggiori – se non il principale – iniziatore del cosiddetto Classicismo viennese.
La voce sarà quella del brillante contralto Sonia Prina, considerata un punto di riferimento assoluto nella scena lirica internazionale con ingaggi nei teatri più prestigiosi del mondo.

Un originale e divertente progetto per il prossimo appuntamento di Ravenna Musica

Un originale e divertente progetto di rilettura de “Il Flauto Magico” di W.A. Mozart, questo il prossimo appuntamento di Ravenna Musica 2018 al Teatro Alighieri martedì 6 marzo ore 20.30, stagione organizzata dall’Associazione Angelo Mariani in collaborazione con il Comune di Ravenna.

Protagonista dello spettacolo, uno straordinario Elio, nella doppia veste di narratore e baritono, che darà vita ad una rielaborazione de “Il Flauto Magico” di Vivian Lamarque, scrittrice trentina contemporanea,  intrecciata a parti del libretto originale, dando voce ai differenti personaggi e interpretando anche vocalmente la celebre aria e i duetti del buffo uccellatore Papageno.

Il tutto con la presenza costante della musica eseguita, nella trascrizione di F.J. Rosinack per oboe, violino, viola e violoncello, dall’Ensemble Berlin, musicisti dei Berliner Philharmoniker, e dal soprano Scilla Cristiano.

La serata è sostenuta dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

 

Giuseppe Albanese conquista il pubblico di Ravenna Musica: tre bis e lunghi applausi

Ha letteralmente conquistato il pubblico di Ravenna Musica, che l’ha applaudito lungamente, ‘strappando’ tre bis: è Giuseppe Albanese il pianista che ieri sera, lunedì 19 febbraio, è stato ospite dell’Angelo Mariani, secondo appuntamento della stagione 2018.

È stato un incontro ricco quello con la città di Ravenna, per il quale Albanese non si è risparmiato, incontrando i giovani prima del concerto nella Sala Corelli, introducendo i brani dal palcoscenico, firmando i cd e stringendo tante mani di persone desiderose di manifestargli l’apprezzamento per una esecuzione di altissimo livello. Albanese ha interpretato pagine di grande densità e virtuosismo, in un continuo crescendo: dalla Sonata op.27 n.2 di L.van Beethoven, nota al grande pubblico come sonata ‘Al chiaro di luna’, attraverso la ‘Wanderer fantasie’ di Schubert e la Fantasia op.49 di Chopin, ha suggellato la sua performance con ‘Reminiscenze da Norma’, un brano di Liszt ispirato all’opera di Bellini, nel quale ha mostrato di essere dotato anche di una grande tecnica.

Ravenna Musica si appresta ora ad incontrare Elio (delle Storie Tese), la soprano Scilla Cristiano e l’Ensemble Berlin (musicisti dei Berliner Philarmoniker) il 6 marzo, appuntamento dal titolo ‘Il flauto magico’, con musiche di W.A. Mozart.

Il pianista Giuseppe Albanese sul palco dell’Alighieri

E’ tra i pianisti più richiesti della sua generazione e come fiore all’occhiello esibisce il contratto con la Deutsche Grammophon: Giuseppe Albanese prenderà posto al pianoforte del Teatro Alighieri lunedì 19 febbraio (ore 20.30), per il secondo appuntamento della stagione “Ravenna Musica” curata dall’Associazione Angelo Mariani.
Nel suo palmarès spiccano le vittorie del Premio Venezia 1997, del Premio speciale per la miglior esecuzione dell’opera contemporanea al “Busoni” di Bolzano e nel 2003 del primo premio al “Vendome Prize” con finali a Londra e Lisbona: un evento definito da Le Figaro “il concorso più prestigioso del mondo attuale”. Ospite delle più importanti ribalte internazionali, dalla Konzerthaus di Berlino al  Mozarteum di Salisburgo, dalla Steinway Hall di Londra alla Salle Cortot di Parigi, dalla  Filarmonica di San Pietroburgo alla Gulbenkian di Lisbona, il trentottenne pianista calabrese ha preso parte a numerosi festival, come il Winter Arts Square di Yuri Temirkanov a San Pietroburgo, l’Internazionale di Brescia e Bergamo e MiTo SettembreMusica, la Biennale Musica di Venezia.

Il titolo del concerto Fantasia rimanda all’omonimo titolo dell’album con cui il pianista ha debuttato nel 2014 con la prestigiosa etichetta tedesca. Il programma prevede infatti una serie di brani che rientrano, appunto, nella forma musicale della Fantasia: Sonata quasi una fantasia in do diesis minore op. 27 n. 2“Al chiaro di luna” di Beethoven, Fantasia in do maggiore op. 15 “Wanderer” di Schubert, Fantasia in fa minore op. 49 di Chopin e Reminescences de “Norma” di Liszt.

Un concerto di grande qualità ha aperto la stagione Ravenna Musica 2018

Un concerto di grande qualità ha aperto la stagione Ravenna Musica 2018 dell’Angelo Mariani, martedì 6 febbraio.
Sul palco dell’Alighieri, l’Orchestra des Champs-Elysèe e il giovane Bertrand Chamayou al fortepiano hanno offerto al folto pubblico presente un Mozart limpido, leggero, luminoso.

Nuove sonorità quelle scaturite da archi e fiati originali nel concerto per pianoforte K488 – che Chamayou ha magistralmente interpretato sedendo alla tastiera di uno Stein del 1802 – e nella Sinfonia di Linz K425, i brani in programma. Elegante l’esecuzione del bis, per il quale il Maestro Alessandro Moccia, finissimo concertatore e primo violino, ha scelto un paio di Contraddanze composte per il Carnevale del febbraio 1791. I lunghi applausi tributati ai musicisti hanno documentato il grande apprezzamento del pubblico.

Appuntamento al 19 febbraio con il concerto del pianista Giuseppe Albanese.

Si rialza il sipario di Ravenna Musica, la stagione che accompagnerà il pubblico con i suoi dieci appuntamenti: dal 6 febbraio al 9 maggio al Teatro Alighieri

Si rialza il sipario di “Ravenna Musica”, la stagione curata dall’Associazione Musicale Angelo Mariani, che accompagnerà il pubblico con i suoi dieci appuntamenti dal 6 febbraio al 9 maggio al Teatro Alighieri.

L’onore dell’inaugurazione, martedì 6 febbraio 2018 ore 20.30,  spetta ad una tra le più prestigiose compagini europee, l’Orchestre des Champs – Elysées.
Per numerosi anni orchestra in residence al Teatro parigino degli Champs-Elysées e al Palazzo delle Belle Arti di Bruxelles, la formazione,  dedita a un repertorio che spazia dal ‘700 al ‘900 interpretato su strumenti d’epoca, si è esibita nelle più rinomate sale da concerto del mondo, dal Musikverein di Vienna, al Concertgebouw di Amsterdam, al Barbican Centre di Londra, all’Alte Oper di Francoforte, al Lincoln Center di New York.
La sua nascita è avvenuta nel 1991 grazie all’iniziativa congiunta di Alain Durel, direttore del Teatro degli Champs- Elysées, e del maestro Philippe Herreweghe, divenuto successivamente direttore artistico e principale direttore dell’orchestra.
Nell’occasione ravennate, sostenuta dalla Cassa di Risparmio di Ravenna s.p.a,  l’orchestra sarà composta da 30 elementi impegnati in un programma tutto dedicato a Mozart:  nella prima parte il Concerto in la maggiore K. 488 per pianoforte e orchestra vedrà la partecipazione nel ruolo di solista del pianista Bertrand Chamayou, affermatosi tra i migliori interpreti della scena internazionale, nel cui curriculum spiccano esibizioni nelle sedi concertistiche più importanti del mondo, come il Lincon Center o la Wigmore di Londra, e la vittoria per quattro anni del prestigioso premio francese Victoires de la Musique.
Nella seconda parte della serata sarà proposta la Sinfonia n. 36 K. 425 detta “Sinfonia di Linz”.
Nel ruolo di maestro concertatore, a guidare la compagine sarà Alessandro Moccia,  dal 1992 violino solista dell’orchestra.

In vendita gli abbonamenti alla stagione concertistica del Teatro Alighieri “RAVENNA MUSICA 2018”

La stagione Ravenna Musica 2018 racchiude in sé molti elementi di interesse: esecuzioni ‘storicamente informate’, autori poco eseguiti, grandi ‘firme’ dell’estro musicale, contaminazioni, generi diversi, pagine inedite, musica applicata, anniversari, ma anche produzioni che coinvolgono più istituzioni italiane e soggetti del territorio.

Il concerto inaugurale, martedì 6 febbraio, è affidato agli strumenti d’epoca e alla relativa prassi esecutiva del periodo classico, portati in scena da una prestigiosa orchestra di livello internazionale, Orchestre Des Champs-Élysées diretta da Alessandro Moccia, con un programma interamente dedicato a W.A.Mozart: Concerto per pianoforte e orchestra K488, solista Bertrand Chamayou e Sinfonia n.36 K425 “Linz”. Lunedì 19 febbraio sarà la volta di un giovane ma affermato pianista italiano, Giuseppe Albanese, con un programma incentrato sulla forma musicale della fantasia e musiche di Beethoven, Schubert, Chopin, Liszt.

Un originale e divertente progetto di rilettura de “Il Flauto Magico” vedrà protagonista del concerto di martedì 6 marzo Elio, poliedrico personaggio televisivo e di spettacolo, nella doppia veste di narratore e baritono, affiancato dal soprano Scilla Cristiano e dall’Ensemble Berlin, musicisti dei Berliner Philharmoniker. Giovedì 22 marzo saliranno sul palco Sonia Prina, contralto e l’Orchestra laBarocca, direttore Ruben Jais, per un programma interamente dedicato a C.W. Gluck, ouverture e arie.

In occasione del 150° anniversario della morte, lunedì 26 marzo, ascolteremo lo Stabat Mater di Gioachino Rossini, dalle voci di Elisa Balbo soprano, Paola Gardina mezzosoprano, Giordano Lucà tenore, Pablo Ruiz basso, Cori San Carlo di Pesaro e Ludus Vocalis di Ravenna, Orchestra Sinfonica Rossini, sul podio Nicola Valentini.

Il grande repertorio sarà il contenuto del concerto del 16 aprile con l’Orchestra Mitteleuropea, diretta da Marco Guidarini, con Alain Meunier violoncello solista: musiche di Mozart, Haydn e Beethoven. Mentre un viaggio musicale attraverso le sonorità francesi del ‘900 e i ritmi sud-americani sarà compiuto lunedì 19 aprile dal sossofonista Marco Albonetti e l’Orchestra da Camera di Mantova diretta da Andrea Dindo.

Il titolo del concerto di giovedì 23 aprile, Star Wars, annuncia il programma, dedicato alle colonne sonore dei grandi film americani, che la giovane compagine ravennate Arcangelo Corelli eseguirà affidandosi alla bacchetta di Jacopo Rivani. Artisti svizzeri ed italiani, il Quatuor Terpsycordes, Alberto Bocini contrabbasso e Pietro De Maria pianoforte, si cimenteranno mercoledì 2 maggio con un programma di grande qualità che culminerà con l’esecuzione del quintetto per pianoforte e archi detto ‘La Trota’, di Franz Schubert.

Un Galà lirico, mercoledì 9 maggio, pensato espressamente per ‘gratificare’ un gusto molto diffuso, quello per il melodramma, chiuderà la stagione Ravenna Musica 2018 con ouverture ed arie di Bellini, Rossini, Donizetti, Verdi, Orchestra Città di Ferrara, Giuliana Gianfaldoni soprano, Riccardo Gatto tenore, Bruno Praticò baritono. Dirigerà
Massimiliano Caldi.

Presentata al Pubblico l’edizione 2018 di “Ravenna Musica”

E’ stata presentata al Pubblico l’edizione 2018 di “Ravenna Musica”,  la stagione del Teatro Alighieri curata dall’Associazione Angelo Mariani e realizzata grazie al sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna, Cassa e Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Rosetti Marino, PAR Toyota Suzuki.

Sette orchestre, un pianista legato alla prestigiosa etichetta Deutsche  Grammophone, un personaggio poliedrico in veste di cantante lirico, un quartetto tra i più richiesti: così in sintesi i 10 appuntamenti che andranno in scena al Teatro Alighieri dal 6 febbraio al 9 maggio 2018 (inizio ore 20.30).

Ecco gli appuntamenti: 

6 febbraio
Il concerto inaugurale è affidato agli strumenti d’epoca e alla relativa prassi esecutiva del periodo classico, portati in scena da una prestigiosa orchestra di livello internazionale, Orchestre Des Champs Elysèes diretta da Alessandro Moccia, con un programma interamente dedicato a W.A. Mozart: Concerto per pianoforte e orchestra K488, solista Bertrand Chamayou e Sinfonia n.36 K425 “Linz”.

19 febbraio
Al pianoforte prenderà posto un giovane ma affermato pianista italiano, Giuseppe Albanese, con un programma incentrato sulla forma musicale della fantasia – il tema dell’album con cui ha debuttato per la Deutsche Grammophon- con musiche di Beethoven, Schubert, Chopin, Liszt.

6 marzo
Un originale e divertente progetto di rilettura de “Il Flauto Magico” vedrà protagonista Elio, poliedrico personaggio televisivo e di spettacolo, nella doppia veste di narratore e baritono, affiancato dal soprano Scilla Cristiano dall’Ensemble Berlin, musicisti dei Berliner Philarmoniker.

22 marzo
Saliranno sul palco il contralto Sonia Prina e l’Orchestra laBarocca, direttore Ruben Jais, per un programma interamente dedicato a C.W. Gluck, ouverture e arie.

26 marzo
In occasione del 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini, ascolteremo lo Stabat Mater del compositore pesarese, dalle voci di Elisa Balbo soprano, Paola Gardina mezzosoprano, Giordano Lucà tenore, Pablo Ruiz basso, Cori San Carlo di Pesaro e Ludus Vocalis di Ravenna, Orchestra Sinfonica Rossini, sul podio Nicola Valentini.

16 aprile
Il grande repertorio sarà il contenuto del concerto della Mitteleuropea Orchestra, diretta da Marco Guidarini e con la partecipazione nella parte di solista del violoncello Alain Meunier: musiche di Mozart, Haydn e Beethoven.

19 aprile
Un accattivante viaggio musicale attraverso le sonorità francesi del ‘900 e i ritmi sud-americani sarà compiuto dal sossofonista Marco Albonetti e l’Orchestra da Camera di Mantova diretta da Andrea Dindo.

23 aprile
Il titolo del concerto di giovedì 23 aprile, Star Wars, annuncia il programma, dedicato alle colonne sonore dei grandi film americani, che la giovane compagine ravennate Arcangelo Corelli eseguirà affidandosi alla bacchetta di Jacopo Rivani.

2 maggio
Artisti svizzeri ed italiani, il Quartetto Terpsycordes, Primo Premio al Concorso di Ginevra 2001, Alberto Bocini contrabbasso e Pietro De Maria pianoforte, si cimenteranno in un programma di grande qualità che culminerà con l’esecuzione del Quintetto per pianoforte e archi detto ‘La Trota’ di Franz Schubert.

9 maggio
Un Galà lirico, pensato espressamente per ‘gratificare’ un gusto molto diffuso, quello per il melodramma, chiuderà la stagione Ravenna Musica 2018 con ouverture e arie di Bellini, Rossini, Donizetti, Verdi, nell’interpretazione dell’Orchestra Città di Ferrara, con Giuliana Gianfaldoni soprano, Riccardo Gatto tenore e Bruno Praticò baritono.

Abbonamenti da € 15,00 a € 190,00 a seconda del settore e della fascia d’età. Conferma abbonamenti fino al 12 dicembre 2017. Nuovi abbonamenti dal 16 dicembre 2017 al 6 febbraio 2018 presso la Biglietteria del Teatro Alighieri, on line dal sito www.teatroalighieri.org, IAT di Ravenna piazza S. Francesco 7 e via delle Industrie 14, IAT di Cervia via Evangelisti 4.

Sabato prossimo 18 novembre presentazione della stagione “Ravenna Musica”

Sabato prossimo 18 novembre alle ore 11 presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri, il Presidente dell’Associazione Mariani Ernesto Giuseppe Alfieri insieme al Direttore artistico Ottilia Zaccari e al professor Romano Valentini, componente della Commissione Artistica della Mariani, presenteranno al Pubblico l’edizione 2018 della stagione del Teatro Alighieri “Ravenna Musica”.

10 appuntamenti in programma al Teatro Alighieri dal  6 febbraio al 9 maggio 2018, che manderanno in scena musicisti, ensemble e orchestre di fama internazionale.


Clicca qui per scaricare l’invito