Quindicesima edizione dell’Omaggio a Paganini a Piangipane

Quindicesima edizione dell’Omaggio a Paganini a Piangipane

Si rinnova per il XV anno consecutivo l’atteso Concerto in omaggio a Niccolò Paganini, organizzato dall’Associazione Musicale Angelo Mariani con la collaborazione della Parrocchia di Piangipane,  sempre su iniziativa dell’ideatore dell’evento, il liutaio nativo di Piangipane Tullio Bassi, socio da sempre della Mariani.   A lui infatti si deve il progetto del 2005 di organizzare a Piangipane un concerto dedicato a Paganini, in omaggio alla storica esibizione che il grande violinista tenne proprio nella Parrocchia della località romagnola nel settembre del 1810.

Il concerto si svolgerà sabato 28 settembre 2019 presso la Chiesa di Piangipane alle 21 (ingresso a offerta libera), e vedrà protagonista un duo di musicisti uniti da uno speciale affiatamento dovuto ai diversi concerti effettuati insieme. 

Sono il giovane  talentuoso violinista di origine albanese  Klest Kripa,  diplomato presso il Conservatorio di Cesena e oggi allievo della Accademia Pianistica Internazionale di Imola dove segue i corsi del violinista ucraino Olexsandr Semchuk, e il brillante  pianista ravennate Mirko Maltoni, diplomato sia in pianoforte presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Verdi” di Ravenna che in clavicembalo presso il Conservatorio di Ferrara, il quale ad una vivace e variegata carriera concertistica sia come pianista solista che in duo, unisce il recente insegnamento del pianoforte propedeutico e pratica pianistica presso l’Istituto “Verdi” di Ravenna, dove dal 2002 ricopre il ruolo di pianista accompagnatore.

Cuore del programma sarà il celebre e struggente Cantabile per violino e pianoforte in Re maggiore MS109 op. 17 scritto da Paganini nel 1824, racchiuso da composizioni altrettanto amate dal pubblico. Aprirà il concerto, che si realizza con il contributo della Proloco di Piangipane e della tipografia STEAR, la Sonata per violino e pianoforte n. 8 in Sol maggiore op. 30 n. 3 scritta nel 1802 da Ludwig van Beethoven, di cui ricorrerà nel 2020 il 250° della nascita, cui faranno seguito l’aria zigana Zigeunerweisen op. 20 dello spagnolo Pablo de Serasate, attivo nella seconda parte dell’800, Scherzo in do minore di Johannes Brahms  facente parte della Sonata F.A.E. per violino e pianoforte scritta da Brahms insieme ad Albert Dietrich e Robert Schumann nel 1853 e dedicata al comune amico e giovane violinista di talento Joseph Joachim che ebbe un ruolo considerevole nella diffusione delle opere violinistiche di Brahms, il cui motto Frei Aber Finsam (libero ma solo) diede origine all’acronimo del titolo,  e la coinvolgente  Fantasia su un famoso tema del musical Porgy and Bess di Gershwin scritta dal violinista russo Igor Frolov nella seconda parte del ‘900