Il violino nell’età Barocca con il violinista Enrico Onofri e il suo Maginarium Ensemble

“Non udite lo parlare?” è quello che Arcangelo Corelli, considerato tra i più grandi compositori del periodo barocco, chiedeva ai propri allievi nel mostrare la sublime arte del suo arco.

Dall’inizio del ‘600 il violino e gli altri strumenti musicali avevano cominciato ad affrancarsi dal semplice ruolo di sostegno delle voci.

Ed è proprio il rapporto tra voce umana e virtuosismo strumentale italiano nel Seicento il tema che animerà il concerto di domenica 24 ottobre 2021, a Palazzo dei Congressi alle ore 11, quarto appuntamento dei Concerti della Domenica dell’Associazione Mariani. 

A ripercorrere quel particolare periodo, saranno il violinista Enrico Onofri, direttore principale della Filarmonica Toscanini di Parma e uno dei migliori solisti della scena internazionale tanto da meritarsi nel 2019 il Premio Abbiati, e il gruppo da lui creato, l’Imaginarium Ensemble, composto da Alessandro Palmeri violoncello, Simone Vallerotonda arciliuto, Federica Bianchi clavicembalo.

Il programma del concerto, che si realizza anche con il contributo di Confesercenti Ravenna, prevede composizioni di Aurelio Virgiliano,  Giovanni Paolo Cima, Francesco Rognoni, Richardo Rognono, Biagio Marini, Marco Uccellini, Alessandro Stradella, Isabella Leonarda, Francesco Antonio Bonporti, Arcangelo Corelli.

L’esecuzione dimostrerà come fino a quel momento gli strumenti della famiglia del violino, privi di un repertorio scritto, avessero il ruolo prevalentemente di raddoppiare le voci dei cantori.
All’inizio del diciassettesimo secolo il violino comincia la propria emancipazione dal repertorio vocale, grazie alla stampa di brani espressamente dedicati a questo strumento da parte di alcuni virtuosi.

La prima metà del Seicento fu un’epoca magica, dove la prassi compositiva di ispirazione vocale si fuse con la ricerca timbrica strumentale, fenomeno che proseguì anche per i decenni successivi. Lo dimostrano le Sonate dell’Opera Quinta di Arcangelo Corelli, di cui è in programma la n. 12, ultima grande opera strumentale del Seicento italiano ed al contempo la prima del secolo nuovo (furono pubblicate il primo gennaio del 1700).

Il pianista Andrea Benelli ai Concerti della Domenica con la sua trilogia dantesca

Appuntamento originale quello di domenica 17 ottobre 2021, con il pianista Andrea Benelli che dedicherà l’intero programma a Dante, eseguendo la sua composizione intitolata “Trilogia dantesca” dedicata al Sommo Poeta.

Il concerto, che si svolgerà a Palazzo dei Congressi alle ore 11, rientra nella rassegna dei Concerti della Domenica curata dall’Associazione Musicale Angelo Mariani con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Diplomato in  organo, pianoforte e clavicembalo, Andrea Benelli dal 2004 al 2006 ha frequentato il Corso per Maestri Collaboratori presso il Teatro alla Scala di Milano.
 In qualità di assistente musicale, preparatore e suggeritore, ha partecipato alla produzione dell’opera Kälte di Salvatore Sciarrino in prima mondiale assoluta presso il Festival Internazionale di Schwetzingen in Germania, l’Opera di Parigi e il Teatro di Ginevra.


Ha diretto diverse opere come Madama Butterfly, Norma e Il Trovatore. Ha collaborato fino al 2013 con l’Orchestra, la Filarmonica e i Cameristi del Teatro alla Scala in qualità di organista, pianista e clavicembalista sotto la guida dei più grandi direttori del mondo.


Nello stesso anno ha intrapreso un nuovo percorso musicale come pianista solista, proponendo brani tratti da molti generi musicali, per coinvolgere il pubblico in un vortice musicale a 360 gradi.
Nella metà del 2014 ha iniziato a comporre brani per pianoforte solo.


Il concerto si articolerà  in un prologo di sei composizioni che precedono la Trilogia e  rappresentano un’analisi dell’interiorità spirituale durante il sofferto percorso umano.  

Quindi il compositore, sulla tastiera, intraprenderà come Dante il cammino attraverso i tre regni. L’epilogo vuole rappresentare per l’autore l’incontro con una personale interpretazione della luce divina.

Biglietti d’ingresso al concerto € 10,00.

Vendita biglietti la mattina del concerto presso la Biglietteria del Teatro Alighieri dalle ore 10.

Info: www.teatroalighieri.org; www.angelomariani.org

Il duo Miriam Prandi al violoncello e Alexander Romanovsky al pianoforte inaugurano i Concerti della Domenica

Domenica 3 ottobre 2021 al Palazzo dei Congressi alle ore 11 prende il via la rassegna Concerti della Domenica organizzata dall’Associazione Musicale Angelo Mariani con il sostegnodella Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

In scena  la violoncellista Miriam Prandi, apprezzata per la bellezza del suono, il volume e il fraseggio, e il  pianista Alexander Romanovsky, musicista affascinante e sottile, con una voce del tutto coinvolgente, descritto da Carlo Maria Giulini come “un pianista di grande talento”.

Premiata da una giuria presieduta dalla celebre violoncellista Sol Gabetta, Miriam Prandi nel 2014 vince il Primo Premio assoluto, unico assegnato nell’ambito delle quattro categorie per archi, al Rahn Musikpreis di Zurigo.

Alexander Romanovsky, trasferitosi dall’Ucraina in Italia a tredici anni, ha studiato all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola con Leone Margarius e a soli diciassette anni ha vinto il Primo Premio al prestigioso Concorso Busoni di Bolzano.

Il programma del concerto, che si realizza grazie anche al contributo di Confcommercio Ravenna, prevede due composizioni di Johann Sebastian Bach la Sonata n. 3 in sol maggiore per viola da gamba e clavicembalo BWV 1029 e Partita n. 3 in la minore per clavicembalo BWV 827. Verrà quindi proposta la Sonata in sol minore per violoncello e pianoforte op.65 di Fryderyk Chopin.

Biglietti d’ingresso al concerto € 10,00.

Vendita biglietti la mattina del concerto presso la Biglietteria del Teatro Alighieri dalle ore 10.

Info: www.teatroalighieri.org; www.angelomariani.org

Martedì 24 agosto: per la rassegna “Classe al Chiaro di Luna – Musica dal Nuovo Mondo”, il Gomalan Brass Quintet col pianista Federico Nicoletta e la musica di Gershwin

AI SOCI DELL’ASSOCIAZIONE MUSICALE ANGELO MARIANI SONO RISERVATI BIGLIETTI OMAGGIO DI INGRESSO AL CONCERTO PREVISTO PER MARTEDI’ 24 AGOSTO 2021 PRESSO L’ANTICO PORTO DI CLASSE CON INIZIO ALLE ORE 21.

PER RITIRARE L’OMAGGIO OCCORRE PRESENTARSI ALLE BIGLIETTERIE MUNITI DELLA TESSERA DELL’ASSOCIAZIONE.

RITIRO OMAGGI DA LUNEDI’ 23 AGOSTO 2021
PRESSO LE BIGLIETTERIE DI:
MUSEO CLASSIS RAVENNA LUNEDì E MARTEDI’ 16-19
ANTICO PORTO DI CLASSE LA SERA DEL CONCERTO 20-21SI RICORDA AL GENTILE PUBBLICO DI PRESENTARSI LA SERA DEL CONCERTO MUNITI DEL PROPRIO GREEN PASS.
LA DISPOSIZIONE E’ OBBLIGATORIA. GRAZIE.

Martedì 24 agosto, alle ore 21, ultimo appuntamento con Musica dal Nuovo Mondo dell’Associazione Musicale Angelo Mariani, la serie di concerti inseriti all’interno della rassegna Classe al Chiaro di Luna e dedicata al centenario della nascita di Astor Piazzolla.
 
Nell’occasione, in scena il Gomalan Brass Quintet, un gruppo d’ottoni estremamente dinamico, costituito da raffinati musicisti, prime parti in importanti orchestre italiane, accomunati da abilità esecutiva e coinvolgimento teatrale.
Sul palco  Marco Braito e Marco Pierobon alle trombe, Nilo Caracristi al corno, Gianluca Scipioni al trobone, Stefano Ammannati alla tuba.
Il quintetto sarà affiancato dal pianista Federico Nicoletta nel cui curriculum spiccano, tra le altre, le esibizioni da solista per il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro alla Scala, la Società dei Concerti di Milano in Sala Verdi.
 
Il concerto è dedicato interamente a George Gershwin (1898–1937) introdotto nel 1916 nell’ambiente musicale di Broadway e destinato alle massime vette del successo. Gershwin e Piazzolla sono accomunati da un viaggio a Parigi per lo studio della composizione. I grandi Maestri Maurice Ravel e Nadia Boulanger si rifiutarono però di insegnare loro, temendo che il rigore della classicità potesse reprimere la sfumatura jazz di Gershwin e la vena popolare di Piazzolla.
 
I concerti dell’Associazione Musicale Angelo Mariani sono organizzati nell’ambito della rassegna Classe al Chiaro di Luna in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura – 700 Viva Dante Ravenna 1321-2021, Regione Emilia Romagna, Ministero della Cultura e Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

TARIFFE: intero € 10, ridotto € 5, omaggio bambini sotto i 6 anni
VENDITA BIGLIETTI:
on line dal sito:    www.classealchiarodiluna.it
Museo Classis Ravenna, via Classense 29 – dal lun. al ven. dalle 16.00 alle 29.00
La sera del concerto presso la biglietteria del parco archeologico dalle ore 20.00 alle ore 21.00

Apertura cancelli ore 20
Inizio spettacolo ore 21

Per informazioni:
www.classealchiarodiluna.it oppure infoline 351 8208036 attiva dal lunedì al venerdì ore 11 – 13/17 – 21 e il sabato (solo in caso di eventi) ore 19 – 21.
 
Si segnala che, a seguito del nuovo decreto in vigore dal 23 luglio 2021 (dl 105/2021), a partire dal 06 agosto e fino al 31 dicembre 2021, indipendentemente dai colori delle Regioni, sarà permesso l’accesso ai musei, mostre e altri istituti della cultura gestiti dalla Fondazione RavennAntica (Museo Classis Ravenna, Domus dei Tappeti di Pietra, Museo Tamo Mosaico, Cripta Rasponi e Giardini pensili,) nonché agli spettacoli aperti al pubblico della rassegna Classe al Chiaro di Luna solo ed esclusivamente esibendo il Green Pass.

Per tutte le info:
https://www.ravennantica.it/regole-di-accesso-ai-musei-e-alla-rassegna-ccl-2021-dal-6-agosto/

Martedì 17 agosto: all’Antico Porto di Classe la rassegna “Classe al Chiaro di Luna – Musica dal Nuovo Mondo”, Richard Galliano fisarmonica

Nell’ambito della rassegna Classe al Chiaro di Luna prosegue Musica dal Nuovo Mondo, la serie di concerti dell’Associazione Musicale Angelo Mariani che celebrano il centenario della nascita dell’artista Astor Piazzolla.
Martedì 17 agosto, alle ore 21, presso l’Antico Porto di Classe, la serata è dedicata alla fisarmonica di Richard Galliano, che ha incantato i palcoscenici di tutto il mondo per cinquant’anni.

Fisarmonicista, bandoneonista, compositore, musicista poliedrico, instancabile lavoratore sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, Galliano riscrive instancabilmente la storia della fisarmonica.
L’artista non cesserà di abbellire il repertorio degli autori fino a quando, in occasione del suo incontro decisivo con Astor Piazzolla, maestro indiscusso di “Tango Nuevo”, scoprirà in sé l’urgente necessità di affermare la sua vera identità.
Appassionato di repertorio classico sin dalla giovane età, alla costante ricerca di armonia e musicalità, esplora, interpreta e adatta felicemente le opere di Vivaldi, Mozart, Bach e persino di Nino Rota.
Per i suoi 50 anni di carriera raccoglierà in un recital di fisarmonica tutte le sue passioni per le opere di Debussy, Satie, Chopin, Granados, Legrand, Piazzolla e, naturalmente, le sue composizioni. Galliano suona la fisarmonica come Vladimir Horowitz il pianoforte.
 
I concerti dell’Associazione Musicale Angelo Mariani sono organizzati nell’ambito della rassegna Classe al Chiaro di Luna in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura – 700 Viva Dante Ravenna 1321-2021, Regione Emilia Romagna, Ministero della Cultura e Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

TARIFFE: intero € 10, ridotto € 5, omaggio bambini sotto i 6 anni
VENDITA BIGLIETTI:
on line dal sito:    www.classealchiarodiluna.it
Museo Classis Ravenna, via Classense 29 – dal lun. al ven. dalle 16.00 alle 29.00
La sera del concerto presso la biglietteria del parco archeologico dalle ore 20.00 alle ore 21.00

Apertura cancelli ore 20
Inizio spettacolo ore 21

PER ACCEDERE AL CONCERTO E’ OBBLIGATORIO ESSERE IN POSSESSO
DEL
GREEN PASS
CHE DOVRA’ ESSERE MOSTRATO AL PERSONALE  ADETTO ALL’INGRESSO
CHE NE VERIFICHERA’ LA VALIDITA’
Per informazioni:
www.classealchiarodiluna.it oppure 351 8208036 dal lunedì al sabato 10 – 13/16 – 19

Martedì 10 agosto all’Antico Porto di Classe: Marco Albonetti, Daniele Di Bonaventura e i Solisti dell’Orchestra Filarmonica Italiana omaggiano Astor Piazzolla

L’Antico Porto di Classe è ancora una volta teatro di Musica dal Nuovo Mondo, la serie di concerti inseriti all’interno della rassegna Classe al Chiaro di Luna che l’Associazione Musicale Angelo Mariani dedica al centenario della nascita di Astor Piazzolla.

Il concerto di martedì 10 agosto, alle ore 21, rappresenta l’incontro artistico di due musicisti, Marco Albonetti, sax soprano e Daniele Di Bonaventura, bandeon, che suonano strumenti inventati a metà del XIX secolo accompagnati dagli archi de I Solisti dell’Orchestra Filarmonica Italiana.

Dal suo apprezzato debutto alla Carnegie Hall di New York City, Marco Albonetti si è esibito in tutto il mondo. La sua capacità di affascinare il pubblico con le sue esibizioni carismatiche e innovative lo ha reso uno dei più influenti sassofonisti classici della sua generazione.

Daniele di Bonaventura, compositore-arrangiatore, pianista-bandoneonista, ha coltivato un forte interesse per la musica improvvisata. Le sue collaborazioni spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro del cinema e della danza.

Sono tra i migliori archi della compagine, i Solisti dell’Orchestra Filarmonica Italiana, la cui  poliedricità musicale ne caratterizza i progetti e collaborazioni.

Musica sacra e profana, folk e tango convivono in questo progetto dal sapore culturale mediterraneo, basato sulle musiche di Ramirez, Villoldo, Di Bonaventura, Gardel, Piazzolla, Galliano.
Il suono malinconico del bandoneon si fonde perfettamente con le moderne armonie e timbri ottenute dagli archi e dal sassofono soprano.

Nel 1841 Adolphe Sax costruì uno strumento dal timbro caldo e avvolgente. Nel 1929 Henri Selmer acquistò il brevetto e perfezionò il sassofono, portandolo allo strumento che conosciamo oggi. E fu da svariati generi, in particolar modo dal jazz, che questo sassofono trasse giovamento, acquistando popolarità. 

Il bandoneon, chiamato così dal commerciante di strumenti tedesco Heinrich Band (1821-1860), era originariamente strumento per la musica religiosa e popolare dell’epoca. Intorno al 1870, emigranti e marinai tedeschi e italiani portarono il bandoneon in Argentina, dove fu adottato dal nascente genere di musica da tango e divenne lo strumento prediletto da Piazzolla.
 
I concerti dell’Associazione Musicale Angelo Mariani sono organizzati nell’ambito della rassegna Classe al Chiaro di Luna in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura – 700 Viva Dante Ravenna 1321-2021, Regione Emilia Romagna, Ministero della Cultura e Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.
 
TARIFFE: intero € 10, ridotto € 5, omaggio bambini sotto i 6 anni
VENDITA BIGLIETTI:
on line dal sito:    www.classealchiarodiluna.it
Museo Classis Ravenna, via Classense 29 – dal lun. al ven. dalle 16.00 alle 29.00
La sera del concerto presso la biglietteria del parco archeologico dalle ore 19.30 alle ore 21.00
PER ACCEDERE AL CONCERTO E’ OBBLIGATORIO ESSERE IN POSSESSO DEL GREEN PASS CHE DOVRA’ ESSERE MOSTRATO AL PERSONALE  ADETTO ALL’INGRESSO.
Apertura cancelli ore 20
Inizio spettacolo ore 21

Per informazioni:
www.classealchiarodiluna.it oppure 351 8208036 dal lunedì al sabato 10 – 13/16 – 19

Classe al Chiaro di Luna, rassegna Musica dal Nuovo Mondo: la tradizione gospel all’Antico Porto di Classe

Martedì 3 agosto, alle ore 21 presso l’Antico Porto di Classe, nell’ambito della rassegna Classe al Chiaro di Luna nuovo tributo dell’Associazione Musicale Angelo Mariani ad Astor Piazzolla: in programma The Voices of Joy Gospel Choir, concerto con musiche della tradizione gospel diretto da Daniela Peroni.

Il gospel affonda le sue radici negli spirituals, i tipici canti di matrice religiosa che gli schiavi afro-americani intonavano durante le loro lunghe giornate di lavoro nelle piantagioni.

La ritmicità e l’armonia di questi canti erano espressione di spiritualità e devozione, ma permettevano al tempo stesso di gridare al mondo il loro desiderio di libertà. Mentre i canti di lavoro avevano tematiche circoscritte alla vita quotidiana e alla opprimente schiavitù, gli spirituals erano più propriamente ispirati dal messaggio cristiano e dai contenuti della Bibbia, che hanno poi dato luogo, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, al genere gospel.
Il gospel (in inglese “Vangelo”) incarna la continuazione di questo percorso, testimoniando l’avvenuto affrancamento della gente di colore e il perseguimento di un futuro migliore. L’obiettivo dichiarato del gospel è l’elevazione interiore sia di chi canta, che dell’ascoltatore, coinvolgendolo non solo come semplice fruitore, ma come protagonista.  
 
I concerti dell’Associazione Musicale Angelo Mariani sono organizzati nell’ambito della rassegna Classe al Chiaro di Luna in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura – 700 Viva Dante Ravenna 1321-2021, Regione Emilia Romagna, Ministero della Cultura e Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.


TARIFFE: intero € 10, ridotto € 5, omaggio bambini sotto i 6 anni
VENDITA BIGLIETTI:
on line dal sito:    www.classealchiarodiluna.it
Museo Classis Ravenna, via Classense 29 – dal lun. al ven. dalle 16.00 alle 29.00
La sera del concerto presso la biglietteria del parco archeologico dalle ore 19.30 alle ore 21.00

Apertura cancelli ore 20
Inizio spettacolo ore 21

Per informazioni:
www.classealchiarodiluna.it oppure 351 8208036 dal lunedì al sabato 10 – 13/16 – 19
Apertura cancelli ore 20
Inizio spettacolo ore 21
 

L’Associazione Musicale Angelo Mariani ospite del prestigioso cartellone di Ravennantica

La mia musica è triste perché il tango è triste. Il tango ha radici tristi e drammatiche,
a volte sensuali,
conserva un po’ tutto…
anche radici religiose.
Il tango è triste e drammatico ma mai pessimista”.
(Astor Piazzolla)
   
Questa estate una nuova prestigiosa collaborazione arricchisce l’attività dell’Associazione Musicale Angelo Mariani: RavennAntica, promotrice della rassegna “Classe- al Chiaro di Luna”, ha invitato l’Associazione Mariani, insieme a molte altre eccellenze culturali della città, a prendere parte al suo cartellone di eventi, invitandola ad organizzare una serie di 7 concerti  che si terranno presso il Parco Archeologico di Classe dal 13 luglio al 24 agosto, rendendo la proposta di RavennAntica ancor più variegata e accattivante. 
I concerti, intitolati Astor Piazzolla 1921 – 2021, Musica dal Nuovo Mondo, saranno dedicati al musicista simbolo dell’Argentina, considerato il padre del cosiddetto  Nuevo Tango, di cui si celebrano i cento anni della nascita
Il primo centenario della nascita di Astor Piazzolla ci offre la possibilità di compiere un viaggio musicale attraverso le Americhe, intercettando tutta la ricchezza di quei generi che costituiscono la colonna sonora della sua vita.
E il suo tango “…conserva un po’ tutto…è triste, drammatico, ma mai pessimista”.
La grandezza di Piazzolla è proprio questa: la sua musica è una fotografia dell’umano, capace di ritrarre perfino le pieghe degli affetti, gli angoli dei sentimenti. È una melodia che dopo essere scesa nei toni più gravi e grevi, con un guizzo dello strumento risale prontamente e si riscatta. È un cuore carico di fatica, di fardelli pesanti (la nostalgia, la solitudine, la lontananza) ma che non rinuncia a pulsare. La sua musica è come una casa costruita su un crocevia, da lì transitano molti popoli e per così dire sostano perché la casa è accogliente, spaziosa, sicura. La sua musica continua la narrazione della vita dell’uomo e parla anche a noi. Dunque 7 proposte di Musica dal Nuovo Mondo da vivere insieme, da ascoltare dal vivo!
Tutti e 7 i concerti sono organizzati in collaborazione con Comune di Ravenna-Assessorato alla Cultura – 700 Viva Dante Ravenna 1321-2021, Regione Emilia -Romagna, Ministero della Cultura.

Antico Porto di Classe – Parco Archeologico di Classe
Via Marabina 7, loc. Ponte Nuovo, Ravenna


Martedì 13 luglio ore 21
Marzi – Zanchini – Zannini Trio
Mario Marzi – sassofoni
Simone Zanchini – fisarmonica
Paolo Zannini – pianoforte
Musiche di Galliano, Piazzolla, Zanchini, Perotinus, Gismonti, Girotto
 
Il Trio è un concentrato di emozioni, di attualità e memoria, di eccellente capacità di comunicare e dare, attraverso la forma artistica.
 
Martedì 20 luglio ore 21
Daniela Peroni Quartet
Daniela Peroni – voce
Massimiliano Rocchetta – pianoforte
Paolo Ghetticontrabbasso
Stefano Paolini – batteria
Musiche di Berlin, Porter, Gershwin
 
Daniela Peroni Quartet offre un omaggio alla Tin Pan Alley, quell’originale fermento musicale che ‘accolse’ Piazzolla al suo arrivo a New York, nel 1924.
 
Martedì 27 luglio ore 21
Amerindia Ensemble
Silvio Zalambani – sax soprano
Chiara Lucchini – sax contralto
Isabella Fabbri – sax contralto
Anna Paola De Biase – sax tenore
Alessia Berra – sax baritono
Musiche di Villa-lobos, Pixinguinha, Jobim, Pugliese, Piazzolla
 
Il sax soprano di Silvio Zalambani, accompagnato da un quartetto di sax al femminile, omaggia la musica del Sudamerica, la terra di Piazzolla.
 
Martedì 3 agosto ore 21
Voices of Joy Gospel Choir
Daniela Peroni – direttore
Traditional gospel
 
Il gospel affonda le sue radici negli spirituals: i canti che gli schiavi afro-americani intonavano durante le lunghe giornate di lavoro nelle piantagione.
 
Martedì 10 agosto  ore 21
I solisti dell’orchestra filarmonica italiana
Albonetti – Di Bonaventura – Ofi
Marco Albonetti – sax soprano
Daniele Di Bonaventura – bandoneon
I Solisti dell’Orchestra Filarmonica italiana – archi
Musica di Ramirez, Villoldo, Di bonaventura, Gardel, Piazzolla, Galliano
 
Musica sacra e profana, folk e tango convivono in questo progetto dal sapore culturale mediterraneo.
 
Martedì 17 agosto ore 21
Passion Galliano Recital
Richard Galliano – fisarmonica
Musiche di Debussy, Satie, Chopin, Granados, Legrand, Piazzolla, Galliano
 
Richard Galliano instancabile lavoratore sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, riscrive continuamente la storia della fisarmonica.
 
Martedì 24 agosto ore 21
Gomalan Brass
Marco Pierobon – tromba
Francesco Gibellini – tromba
Nilo Caracristi – corno
Gianluca Scipioni – trombone
Stefano Ammannati – tuba
Davide Cabassi – pianoforte
Musiche di Gershwin
 
Il concerto è dedicato a George Gershwin introdotto a 18 anni nell’ambiente musicale di Broadway e destinato alle massime vette del successo.
 
TARIFFE BIGLIETTI
INTERO: € 10
RIDOTTO: € 5 (non vendibile online)
OMAGGIO bambini sotto 6 anni
Omaggio disabile – ridotto per accompagnatore

INFOLINE: 351 820 8036

BIGLIETTERIA: Vi consigliamo l’acquisto online per avere maggiori vantaggi, come selezionare in anteprima il tuo posto ed accedere a numerosi sconti:
www.classealchiarodiluna.it

Antico Porto, via Marabina 7 (loc. Ponte nuovo)
• Dal 26 Giugno, biglietteria attiva durante le serate degli eventi dalle 19.30 alle 21.00.
Per gli acquisti in sede non sarà possibile scegliere il posto quindi non possiamo garantire che gli spettatori potranno sedersi accanto ad amici o parenti.

 ORARI ANTICO PORTO
Apertura cancelli: ore 20.00
Inizio spettacolo: ore 21:00

Per garantire i flussi di accesso nel rispetto delle attuali regole sanitarie, gli accessi avverranno attraverso il cancello di accesso alla struttura, in modalità di distanziamento delle persone .

INGRESSO UNICO – settori: A – B – C – D
Non sarà garantito l’accesso al di fuori dell’orario di inizio spettacolo

Due settimane con grandi protagonisti della musica

SCARICA QUI IL REGOLAMENTO ED IL MODULO D’ISCRIZIONE

Dopo il successo della prima edizione svoltasi l’anno scorso, tornano a Ravenna  le master class organizzate dall’Associazione Musicale Angelo Mariani, Capit e Ceroni Piano School. Dal 31 agosto all’11 settembre le lezioni animeranno la Sala Don Minzoni del Seminario Arcivescovile di Ravenna in piazza Duomo 4.   

Di altissima qualità i tre musicisti che daranno vita alle master class: il flautista Filippo Mazzoli, il pianista Giuseppe Albanese e Alberto Miodini, pianista del celebre Trio di Parma.

Il flautista Filippo Mazzoli dopo aver frequentato l’Accademia Internazionale Incontri col Maestro di Imola, dove fra l’altro ha ottenuto il diploma di musica da camera nella classe di Pier Narciso Masi e Alexander Lonquich, e ottenuto il diploma superiore di flauto presso il Conservatori superior de mùsica del Liceu di Barcellona, attualmente è primo flauto di compagini importanti come l’Orchestra del Comunale di Bologna, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra di Teatro di Genova e del Teatro Verdi di Milano.  La sua master class di flauto e musica da camera si svolgerà dal 31 agosto al 2 settembre.

Tra i più richiesti pianisti della sua generazione, Giuseppe Albanese è legato alla prestigiosa etichetta Deutsche Grammophon con la quale ha inciso diversi CD  di successo. Invitato per recital e concerti con orchestra da autorevoli ribalte internazionali, quali  come il Metropolitan Museum, la Rockefeller University e la Steinway Hall di New York, la Konzerthaus di Berlino, il Mozarteum di Salisburgo, la Steinway Hall di Londra, la Salle Cortot di Parigi, la Filarmonica di San Pietroburgo, ha suonato per i più importanti festival internazionali e in Italia per le più importanti stagioni concertistiche.

Già “Premio Venezia” 1997 e Premio speciale per la miglior esecuzione dell’opera contemporanea al “Busoni” di Bolzano, Albanese è stato insignito del primo premio al “Vendome Prize” un evento definito da Le Figaro “il concorso più prestigioso del mondo attuale”. La sua master classe si terrà dal 6 all’8 settembre.

Alberto Miodini da oltre trent’anni è il pianista del Trio di Parma, complesso con il quale si è affermato ai Concorsi Internazionali “Vittorio Gui” di Firenze, ARD di Monaco, Melbourne e Lione. Gli è stato inoltre conferito, sempre come componente del Trio di Parma, il Premio “Abbiati” della critica musicale italiana per il 1994.

Ha tenuto concerti per le più importanti istituzioni musicali in Italia e all’estero. Con il Trio di Parma ha inciso l’integrale dei Trii di Beethoven, Schubert, Schumann, Brahms, Dvorak e Shostakovich, nonché cd monografici dedicati a Liszt, Tchaikovsky, Ravel, Rota e Pizzetti. All’attività con il Trio affianca quella solistica, suonando sia in recital che con importanti orchestre. A Ravenna terrà la sua master class di pianoforte e musica da camera dal 9 all’11 settembre.