Ravenna Musica 2018: subito in luce le qualità artistiche del Quatuor Terpsycordes

Ravenna Musica 2018: subito in luce le qualità artistiche del Quatuor Terpsycordes

Langsamer Satz, il brano di Anton Webern che ha aperto il concerto di Ravenna Musica di mercoledì 2 maggio al Teatro Alighieri, ha messo subito in luce le qualità artistiche del Quatuor Terpsycordes, in particolare la finezza dell’esecuzione. Un quartetto di musicisti che trae vitalità dalle sue ‘contrastanti’ origini (Italia, Bulgaria, USA e Italia), vitalità espressa ampiamente nel quartetto di Beethoven op.95 ’Serioso’ che ha chiuso la prima parte.

Nel quintetto ‘La Trota’ di Franz Schubert il primo violino, la viola e il violoncello del Terpsycordes hanno dialogato con efficacia con il contrabbasso di Alberto Bocini e il pianoforte di Pietro De Maria, quasi una jam session jazzistica, una performance realizzata esclusivamente per l’Angelo Mariani e che ha suscitato calorosi applausi ed un replay dello Scherzo.

Il prossimo appuntamento di Ravenna Musica, che chiuderà la Stagione, sarà un Galà Lirico incentrato su Sinfonie, Arie e Duetti di Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi e Puccini, che vedrà sul palco l’Orchestra Città di Ferrara diretta da Massimiliano Caldi, Giuliana Gianfaldoni soprano, Riccardo Gatto tenore e Bruno Praticò baritono. Inizio alle 20.30. Per informazioni 0544.39837.