Concerti del 15 novembre: “Giovani in Musica” e “Ravenna Musica”

Dopo l’apertura di “Giovani in Musica” con gli allievi del Conservatorio di Genova, prosegue la rassegna curata dall’Associazione Angelo Mariani, portando in scena lunedì 15 novembre presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri alle ore 17  gli allievi del Conservatorio di Ginevra.

Si esibirà il duo “La capricciosa” formato dai violoncelli ANGELA ESCAURIAZA e KLARA VAILLOUD. Si cimenteranno con musiche di Dall’Abaco, Hersant, Barrière, Bartoletti.

La sera dello stesso giorno, lunedì 15 novembre alle ore 21, nuovo appuntamento della stagione “Ravenna Musica” sempre a cura della Mariani. Sul palco del Teatro Alighieri saliranno i Solisti Filarmonici Italiani con Federico Guglielmo al violino e alla direzione, il violinista Gabriele Pieranununzi e la pianista Giorgia Tomassi.

I Solisti Filarmonici Italiani sono considerati oggi tra le più importanti orchestra da camera a livello internazionale e raccolgono la lunga esperienza e l’eredità maturata in più di venti anni prima con I Virtuosi di Roma e poi con I Solisti Italiani. Tutti i componenti del gruppo hanno una rilevante attività concertistica, suonano come “Prime Parti Soliste” nelle maggiori orchestre italiane, o sono vincitori dei più importanti concorsi internazionali.

Nato da genitori violinisti Federico Guglielmo ha “respirato musica” sin dall’infanzia. Diciottenne si è diplomato presso il Conservatorio B. Marcello di Venezia nella classe di G. Carmignola. Ha ricevuto numerosi premi in importanti concorsi di musica da camera e violino ma la sua carriera internazionale ha preso slancio nel 1991 con il primo premio al Concorso Internazionale Vittorio Gui di Firenze.

Gia’ allievo di Salvatore Accardo e Stefan Gheorghiu, Gabriele Pieranunzi si è imposto all’attenzione del pubblico e della critica avendo ottenuto una lunga serie di premi in importanti competizioni internazionali ( N. Paganini di Genova 1988 e 1990, T. Varga di Sion, L. Spohr di Friburgo, R. Romanini di Brescia, R. Lipizer di Gorizia, G.B. Viotti di Vercelli, Biennale di Vittorio Veneto).

Giorgia Tomassi, cresciuta artisticamente in seno all’Accademia Pianistica di Imola sotto la guida di Franco Scala, si è rivelata sulla scena internazionale nel 1992 con la vittoria del Concorso Arthur Rubinstein di Tel Aviv. Si è esibita in importanti sale italiane e internazionali ed è stata partner di prestigiosi musicisti quali Martha Argerich, Salvatore Accardo, Domenico Nordio, Roberto Cominati, l’Ensemble Wien-Berlin, Danilo Rossi e Alessandro Travaglini.

Dopo la Sinfonia per archi n. 10 di Mendelssohn, i tre solisti si avvicenderanno sul palco per eseguire Concerto in mi maggiore per violino archi e continuo BWV 1042 solista Gabriele Pieranunzi e Concerto in re minore per due violini, archi e continuo BWV 1043 solisti Federico Gugliemo e Gabriele Pieranunzi di Bach, per concludere con Concerto per violino, pianoforte e archi in re minore di Mendelssohn la cui esecuzione si avvarrà della partecipazione dei due violini Federico Guglielmo e Gabriele Pieranunzi e della pianista Giorgia Tomassi.